Il Carnevale in Italia: i luoghi più famosi per festeggiare

Italia paese ricco di tradizione e storia anche a Carnevale: ecco i posti in cui immergersi in maschera
carnevale in italia cosa vedere

Si torna a festeggiare il Carnevale alla grande e manca poco per organizzare i viaggi in giro per l’Italia alla scoperta del Carnevale. Che cosa possiamo quindi vedere e che cosa possiamo fare in questi giorni di festa in maschera? Per quanto riguarda il Carnevale 2023 vi ricordiamo le date: il Carnevale 2023 inizierà ufficialmente domenica 5 febbraio, la cosiddetta domenica di Settuagesima (circa 70 giorni prima la domenica di Pasqua) e si concluderà il 21 febbraio, Martedì Grasso. Per essere più precisi:

  • domenica 5 febbraio: inizio del Carnevale
  • giovedì 16 febbraio: Giovedì grasso
  • domenica 19 febbraio: domenica di Carnevale
  • martedì 21 febbraio: Martedì Grasso

Cosa possiamo dunque fare in Italia e quali sono i luoghi più caratteristici e tradizionali per il Carnevale?

Il Carnevale a Venezia

Venezia: il Carnevale di Venezia è uno dei più famosi al mondo, con mascherate sontuose, sfilate in gondola e feste nei palazzi storici. Il carnevale di Venezia risale al Medioevo e si celebra ogni anno dal giovedì grasso fino al Martedì Grasso.

La maschera tipica di Venezia è la “maschera veneziana”, nota anche come “maschera di Carnevale”. Questa maschera è caratterizzata da un design elegante e raffinato, con dettagli intrincati e decorazioni in oro o argento. La maschera veneziana copre solitamente solo la parte superiore del volto, lasciando scoperta la bocca e il mento per permettere di parlare e mangiare.

La maschera veneziana è solitamente accompagnata da un abito elegante e da un cappello o un copricapo elaborato. La maschera è indossata durante il Carnevale di Venezia per nascondere l’identità e per partecipare alle sfilate, alle feste e alle attività sociali in modo anonimo.

La maschera veneziana è diventata un simbolo della città di Venezia e del suo famoso Carnevale, e oggi viene utilizzata anche come souvenir e come elemento decorativo.

Il Carnevale di Viareggio

Viareggio: Il Carnevale di Viareggio è famoso per le sue sfilate di carri allegorici, che attirano migliaia di spettatori ogni anno. Il carnevale di Viareggio si celebra ogni anno dalla fine di gennaio fino al Martedì Grasso.

Cosa possiamo fare nei giorni di festa? Ovviamente ogni anno il calendario cambia, per cui vi consigliamo di consultare le pagine social e i siti di informazione locali che danno indicazioni più precise. in generale è possibile ad esempio, assistere alle sfilate dei carri allegorici: le sfilate dei carri allegorici sono una delle attrazioni principali del Carnevale di Viareggio, e si svolgono ogni sabato e domenica durante il periodo di Carnevale. I carri sono decorati con temi divertenti e divertenti, e spesso rappresentano figure famose o eventi attuali.

Partecipare alle feste in maschera: durante il Carnevale di Viareggio ci sono numerose feste in maschera organizzate in diversi luoghi della città, tra cui discoteche, sale da ballo e locali all’aperto. Queste feste sono l’occasione per divertirsi e ballare in compagnia.

Assistere alle esibizioni di artisti di strada: durante il Carnevale di Viareggio ci sono numerose esibizioni di artisti di strada, tra cui musicisti, giocolieri, acrobati e mimi che si esibiscono per le strade della città.

Visita ai Musei del Carnevale: Viareggio dispone di un Museo del Carnevale che espone i modelli degli storici carri allegorici, nonché un Laboratorio dove vengono costruiti i carri delle sfilate.

Fare shopping : il Carnevale di Viareggio è anche un’ottima occasione per fare shopping, tra le bancarelle e i negozi del centro cittadino, si possono trovare maschere, costumi, souvenir e prodotti tipici del carnevale.

Il Carnevale a Putignano

Putignano: Il Carnevale di Putignano è il più antico d’Italia, risale al 1394, e si celebra ogni anno dal 7 Gennaio fino al Martedì Grasso. La manifestazione è famosa per le sue sfilate di carri allegorici e per le sue maschere tradizionali, chiamate “Mamuthones” e “Issohadores”. Non solo Carnevale: si possono visitare anche posti davvero molto belli nella cittadina pugliese. Cattedrale di Santa Maria della Rosa: la Cattedrale di Santa Maria della Rosa è uno dei principali luoghi di culto di Putignano, risalente al XIII secolo. La cattedrale è famosa per la sua architettura gotica e per gli affreschi del famoso artista pugliese Giuseppe de Nittis.

Palazzo D’Alessandro: il Palazzo D’Alessandro è un edificio storico situato nel centro di Putignano. Il palazzo ospita una mostra permanente di opere d’arte e di oggetti di interesse storico e culturale.

Castello dei Cavalieri di Malta: il Castello dei Cavalieri di Malta è una fortezza medievale situata a pochi chilometri da Putignano. Il castello è famoso per la sua posizione panoramica e per le sue mura in pietra.

Grotta del Trullo: la Grotta del Trullo è una grotta naturale situata a pochi chilometri da Putignano, famosa per le sue formazioni di stalattiti e stalagmiti. La grotta è aperta al pubblico per visite guidate

Il Carnevale di Ivrea

Ivrea: il Carnevale di Ivrea è famoso per la sua battaglia delle arance, un evento in cui la gente si scaglia arance l’una contro l’altra. Il Carnevale di Ivrea si celebra ogni anno dalla fine di gennaio fino al Martedì Grasso.

La battaglia delle arance è un evento molto sentito a Ivrea, dove si svolge tra le vie della città e rappresenta la ribellione del popolo contro l’oppressione dei potenti, si narra che la tradizione risalga al Medioevo quando una giovane donna, Violetta, guidò la rivolta contro il marchese locale.

La battaglia delle arance vede la partecipazione di diverse squadre, chiamate “aranceri”, che rappresentano i diversi quartieri della città. Le squadre indossano costumi tradizionali e si scagliano arance l’una contro l’altra per tre giorni consecutivi.

Oltre alla battaglia delle arance, il Carnevale di Ivrea prevede anche una sfilata di carri allegorici, feste in maschera, musica dal vivo e altre attività.

Il carnevale di Cento

Cento: il Carnevale di Cento è famoso per le sue sfilate di carri allegorici e per le sue maschere tradizionali, chiamate “Furio e Burchiello”.

La sfilata dei carri allegorici è una delle attrazioni principali del Carnevale di Cento, i carri sono decorati con temi divertenti e divertenti e spesso rappresentano figure famose o eventi attuali.

Le maschere tradizionali “Furio e Burchiello” rappresentano due personaggi che rappresentano la tradizione del carnevale di Cento, “Furio” è un personaggio maschile e “Burchiello” è un personaggio femminile. Entrambi i personaggi indossano costumi tradizionali e partecipano alle sfilate dei carri allegorici e alle feste in maschera.

Il Carnevale di Cento è anche conosciuto per la sua cucina tipica, infatti, durante le festività del Carnevale si possono gustare le “fritole” un dolce tipico della zona.

Il Carnevale di Cento attrae molti visitatori ogni anno e rappresenta un’occasione unica per vivere un’esperienza indimenticabile e per scoprire la storia e la cultura della città

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.