Justin Bieber, il concerto a Milano ha portato il delirio


Sabato 9 aprile si è svolto a Milano il concerto di uno dei cantanti pop più amati dalla teenagers: Justin Bieber. Il tutto è avvenuto nal Mediolanum Forum di Assago, dove più di 10mila ragazzine hanno pianto e urlato di gioia per il loro idolo.

JB, come viene soprannominato dalle sue fans, ha 17 anni e viene dal Canada. Ha raggiunto il successo soprattutto grazie al potere del web e dei socialnetwork.

L’evento del 9 aprile era attesissimo dalle sue numerosissime giovani sostenitrici, che hanno fatto registrare il tutto esaurito per quella data, nonostante in Italia la promozione sia stata molto scarsa. Lo strepitoso successo stupisce anche per il fatto che il cantante abbia realizzato per il momento un solo album, intitolato “My World“.

Ad assistere al tanto atteso evento delle figlie, c’erano anche i genitori, in particolare le mamme. Tra di esse Michelle Hunziker, la quale aveva accompagnato sua figlia Aurora. 

Il concerto ha avuto inizio verso le ore 20.00, e si è svolto con continui effetti speciali, quali luci colorate, fumi, gabbie sospese per aria e quant’altro si possa immaginare in un concerto pop.


Ma a stupire più di tutti sono proprio loro, le teenagers, impazzite letteralmente di fronte al loro idolo. Gli organizzatori avevano predisposto sedie per tutte loro. Ma le ragazzine hanno preferito situarsi tutte sotto il palco. Tra urla e lacrime hanno seguito il loro JB, il quale si è dimostrato molto gentile con loro, talvolta invitandole sul palco. Si è anche calato sul pubblico, attraverso un grande cuore metallico. Così ha cantato due canzoni acustiche, mandando in estasi le sue giovanissime fans.

Assunta De RosaUltime Notizie Flash su Instagram


Leggi altri articoli di News Musica

1 commento per “Justin Bieber, il concerto a Milano ha portato il delirio”

  1. 16 Maggio 2011

    Good write-up, I¡¦m normal visitor of one¡¦s site, maintain up the excellent operate, and It is going to be a regular visitor for a long time.

    Commenta l'articolo


    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Riscontrata interferenza con Ad Blocker

    Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

    Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

    Grazie per il supporto, buona lettura!

    Close