Riki accusato per un commento omofobo sui social dopo una critica per la sua canzone: nessuna risposta dal cantante

Nelle ultime ore è scoppiato il “caso Riki” se ne sta parlando molto di più sui social che sui portali di informazione ( e zero sui giornali che sono sempre meno attenti a quello che succede sul web). I fatti sono i seguenti: viene pubblicato un articolo su All Music Italia con dei commenti alle canzoni di Sanremo e tra questi ci sono anche quelli rivolti al brano che Riki ha portato al Festival. L’articolo viene diffuso anche sui social e in particolare sul profilo Instagram della persona che ha scritto l’articolo in questione. Parliamo di Davide Misiano. Dal profilo di Riki parte un commento davvero inqualificabile ( bisognerà poi comprendere se è stato realmente lui a postarlo ma chiaramente essendo il suo di profilo ne è comunque responsabile). Un bruttissimo commento omofobo. L’articolo con la vicenda al completo fa il giro dei social, come anche il commento bruttissimo che sarebbe arrivato dal cantante. I fans di Riki si schierano tutti dalla sua parre e provano a difenderlo citando interviste vecchie, ribadendo che Riki non è in nessun modo omofobo. Il problema è che quelle frasi ci sono e che nessuno, nè Riki nè il suo manager Francesco Facchinetti, hanno smentito o comunque provato a spiegare la cosa.

IL COMMENTO OMOFOBO PARTITO DAL PROFILO DI RIKI: CHE SUCCEDE?

Prima di arrivare al commento di Riki, scopriamo quale era la critica mossa da questa persona al cantante.

“Perché già l’incipit è faticoso, ma quando arriviamo a

“Parole che inciampano / Le sprechiamo in silenzi sfogandole addosso / e poi sul telefono / Trattieni i respiri e li aggiusti in un fiato / Ti diverti e ti annoi / Da adesso in poi non darmi mai e non darlo mai per scontato”
abbiamo smarrito i soggetti e abbiamo capito meno del monologo della Leotta.
Quindi tracciamo tutto con penna rossa, suggerendo: ‘Trova pace, con la sintassi e con la vita’.”

A questo punto sarebbe arrivata, sui social, la risposta di Riki. Ora precisiamo, il commento c’è esiste, bisognerebbe solo comprendere chi lo ha mandato.

Hai preso una frase meravigliosa che se fosse stata scritta da un personaggio più brutto e quotato dalla stampa sarebbe considerato un poeta. Il soggetto c’è, la sintassi è giusta. Se c’è una cosa che conosco è la grammatica italiana.Sai cosa? Sono bello e intelligente. Andate in crisi voi brutti e ‘intellettuali’.

Tu sei pure checca e le checche per definizione sono frustrati. Si vede dal tuo sguardo in quella foto

Chiaramente il commento è molto offensivo e il fatto che nessuno abbia sentito di dare una spiegazione a Misiano fa comunque riflettere. Chi ha scritto quel commento? Non sarebbe stato comunque il caso di fare delle scuse? Per il momento tutto tace, Riki non risponde e neppure Facchinetti lo fa. Vedremo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.