Carlotta Mantovan si commuove ritirando il premio Agnes per Fabrizio Frizzi (Foto)

carlotta mantovan

Angelo Teodoli ha consegnato a Carlotta Mantovan il premio che avrebbe dovuto ritirare l’amato conduttore scomparso lo scorso marzo (foto). A Sorrento ieri doveva esserci Fabrizio Frizzi sul palco per ritirare il Premio Biagio Agnes per la Televisione ma al suo posto c’era sua moglie, forte e fragile allo stesso tempo, commossa dalle parole di Teodoli e dall’affetto di tutti (foto). Non poteva resistere ad un’emozione così grande, è giunta sul palco dove l’attendevano Francesca Fialdini e Alberto Matano e l’applauso di tutti i presenti. Non è un premio alla memoria di Frizzi ma un premio alla carriera che lui sapeva di dover ricevere. Non ha fatto in tempo, la morte l’ha strappato troppo presto a tutti e Carlotta Mantovan ricorda la sua umiltà, la sua sorpresa nel sapere che ad attenderlo a Sorrento c’era questo premio.

LA COMMOZIONE DI CARLOTTA MANTOVAN QUANDO TEODOLI SI RIVOLGE A LEI E PARLA A FABRIZIO FRIZZI

Resiste la giornalista, respinge le lacrime nonostante l’emozione sia forte ma non poteva mancare, saluta tutti e ringrazia Simona Agnes e la giuria per il premio e confida che Fabrizio era contentissimo e onorato di riceverlo ma anche sorpreso perché nonostante la sua lunga carriera era sempre umile e modesto. Carlotta continua a ringraziare, ringrazia chi lo ha amato e lo ama ancora e tutti quelli che hanno dimostrato un affetto immenso nei loro confronti.

Il direttore di Rai 1 Angelo Teodoli giunge sul palco commosso, è lui a consegnare il premio e parla con Carotta come se parlasse con Fabrizio Frizzi: “Grazie Fabrizio per i tuoi 38 anni che hai dedicato alla Rai, per le decine di programmi che hai fatto, per le decine di programmi che hai sperimentato. Hai contirbuito a ridefinire il servizio pubblico, sei per noi stato grande. Grazie dai telespetatori, grazie per la tua delicatezza, la tua gentilezza, grazie da tuti i lavoratori della Rai, grazie Fabrizio grazie”. Non c’è bisogno di aggiungere altro, vorremmo lui fosse ancora qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.