Dado e la figlia scortati dalla polizia ma per l’ex fidanzatino nessun provvedimento


dado figlia

Qualche giorno fa Dado, Gabriele Pellegrini, il comico che conosciamo da anni grazie anche ai vari programmi tv a cui ha partecipato, ha denunciato l’aggressione subita dall’ex fidanzatino di sua figlia ma sono mesi che continuano le minacce e che lui cerca di risolvere tutto. Alla fine ha fatto ricorso alle forze dell’ordine ma aveva già tentato diverse strade, prime tra tutte parlare con la famiglia del ragazzo e con la scuola che entrambi gli adolescenti frequentano. Il risultato è che per il giovane stalker sembra non ci sia stato alcun provvedimento mentre sua figlia è terrorizzata e lui non può che temere dopo quanto accaduto. Dado ha passato 16 ore al pronto soccorso dopo l’aggressione del ragazzo; dimesso con 30 giorni di prognosi per il setto nasale fratturato, ma sembra che il ragazzo la stessa sera abbia anche tentato di investirlo. All’aggressione erano presenti dei testimoni, ci sono i verbali della polizia e il referto del medico ma il giovane è libero di agire. “Il bullismo quindi rimane impunito” ha sottolineato Dado all’Adnkronos.

DADO DOPO L’AGGRESSIONE E IL SETTO NASALE FRATTURATO CHIEDE AIUTO PER SUA FIGLIA

“Questa mattina, dopo quello che è successo, ho chiesto alla polizia di Stato di scortare me e mia figliaa scuola e la mia richiesta, per oggi, è stata esaudita” ha raccontato il comico aggiungendo: “Sono 7 mesi che va avanti questa storia ho sporto diverse denunce contro questa persona che da mesi perseguita mia figlia, minacciandola e diffamandola sul web. Oltretutto il ragazzo frequenta lo stesso istituto di mia figlia e quindi si incontrano ogni giorno. Quello che è accaduto poteva essere evitato perché c’erano state diverse avvisaglie”. Il rapporto che aveva cercato con il padre del ragazzo si è interrotto bruscamente e adesso Dado cerca di sapere osa accadrà adesso, che tipo di provvedimenti si prenderanno nei confronti del bullo. “Bisogna pretendere che lo Stato sia presente e sia accanto alle vittime di violenza. Mia figlia è molto spaventata delle conseguenze che ci potrebbero essere dopo quello che è successo, anche perché il linguaggio usato da questo ragazzo è lo stesso di ‘Gomorra’ e ‘Suburra’”.

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.: 03370960795 - Iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

 

Close