L’addio di Carlo Verdone a Isabella De Bernardi: è morta Fiorenza di “Un sacco bello”

Ieri la morte di Isabella De Bernardi ha portato altro dolore in un periodo così duro ed è Carlo Verdone a dare l’addio sui social all’attrice a cui sarà per sempre legato. Isabella De Bernardi è per tutti da sempre la Fiorenza di Un sacco bello, nessuno può dimenticarla, anche se lei aveva interpretato anche altri ruoli e poi cambiato lavoro restando però sempre nel mondo dell’arte. Aveva solo 57 anni, è andata via a causa di un male incurabile; ancora una volta il cancro porta via una persona che aveva ancora tanta vita. La fidanzata hippy di Carlo Verdone in “Un sacco Bello” è apparsa per la prima volta sullo schermo. Era il 1980 e la ricordiamo con la sua frase: “attento a fascio che io a mi padre gli ho già sputato in faccia” ma è certo molto riduttivo, Isabella De Bernardi era molto di più, è stata molto di più e Verdone nel suo addio lo racconta.

E’ MORTA FIORENZA DI UN SACCO BELLO – L’ADDIO A ISABELLA DE BERNARDI

Sempre con Carlo Verdone ha partecipato due anni dopo la prima esperienza a “Borotalco” poi Il bambino e il poliziotto, I marchese del Grillo, Io so che tu sai che io sono. Ha partecipato anche a una delle prime serie italiane, era nel cast de “I ragazzi della III C”. ha poi lasciato il cinema per seguire la sua vera passione per il disegno e la grafica fino a diventaredirettrice artistica presso l’agenzia Young & Rubicam e art director.

Carlo Verdone sul suo profilo Instagram spiega che ha saputo della morte di Isabella mentre era sul set del suo nuovo film. Voleva essere lui a dirlo a tutti, voleva dire a tutti che resterà per sempre una carissima amica, un’attrice che l’ha ispirato, una persona spiritosa, ed è con emozione che dice: “Riposa in pace Isabella ti mando un bacio enorme” stanco e addolorato dell’ennesimo necrologio, di un altro addio a una persona cara. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.