Gemelle scomparse, a Chi l’ha visto spunta una nuova pista


Ieri sera su Rai 3 è andata in onda una nuova puntata del programma Chi l’ha visto. Una puntata speciale dedicata alla scomparse delle due gemelline Alessia e Livia. Dopo la morte del loro papà Matthias la madre delle bambine non ha più nessuna notizia. Ieri sera come sempre sono arrivate delle segnalazioni ed è spuntata una possibile pista. Potrebbe esserci una donna scomparsa in Svizzera da qualche giorno dietro la scomparsa delle due bambine. Due signori italiani, hanno chiamato da Cantù per dire che un sabato di gennaio avrebbero visto Matthias insieme alle due bambine e alla donna mostrata in tv scomparsa in Svizzera. Potrebbe essere una pista attendibile? Entrambi i testimoni hanno detto di aver visto le bambine in un centro commerciale. Irina, mamma delle bimbe, ha detto che il fatto potrebbe essere accaduto a metà gennaio in quanto il padre aveva avuto la possibilità di passare un week end con le sue figlie.

Chi è questa miseteriosa donna o meglio chi sarebbe?

E’ Katia Iritano 27 anni, scomparsa lo scorso 25 gennaio da Montbov,in Svizzera. Diamo una breve descrizione per aiutare sia i suoi parenti che la stanno cercando che la mamma di Alessia e Livia che potrebbe ritrovare le sue bambine, questa è la nostra speranza.

Corporatura snella, alta 170 cm, occhi castani, capelli castani medio lunghi, la donna quando è stata vista l’ultima volta indossava una giacca e pantaloni da montagna scuri e portava un sacco da montagna ( uno zainetto di cui i parenti non ricordano la marca).

Per quasiasi segnalazione contattate la Polizia o scrivete sulla pagina Facebook dedicata alle gemelline.

Filomena Procopio


Leggi altri articoli di News e Cronaca

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close