Omicidio Sarah Scazzi, nuovi arresti, altro dolore

Flash news – Un incubo che sembra non avere mai fine quello che ruota intorno alla tragica morte della piccola Sarah Scazzi. Suo zio, Michele Misseri, e sua cugina Sabrina sono ormai in carcere da mesi, ma niente è ancora chiaro del tutto.

Dopo ammissioni di colpe, accuse e silenzi, questa mattina i carabinieri del comando provinciale di Taranto hanno arrestato Carmine Misseri e Cosimo Cosma, rispettivamente fratello e nipote di Michele.

L’accusa è di concorso in soppressione di cadavere. Nell’ordinanza di custodia cautelare in carcere il gip Rosati ha imposto ad entrambi il divieto di parlare con i propri legali fino all’interrogatorio di garanzia.

Il dolore di tutti per una morte assurda riemerge più forte di prima ma, forse, adesso la verità verrà davvero fuori e nessuno potrà più nascondere le proprie responsabilità e tutto il male fatto.

Stefania Longo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.