Omicidio-suicidio Viterbo: oggi i funerali della famiglia Seri


Oggi  alle ore 15, nel duomo di Acquapendente, si sono svolti  i funerali della famiglia Seri. Ricordiamo che la famiglia è stata sterminata da Imo Seri, capofamiglia, che poi si è tolto a sua volta la vita.

Il movente del delitto-suicidio in provincia di Viterbo sarebbe la gelosia della moglie, Tamara, e i continui litigi tra i due coniugi. Pare infatti che Tamara avesse scoperto che il marito aveva una relazione extraconiugale con una sua parente e proprio per questo da qualche mese si sarebbero accese diverse controversie tra i due, al punto che Tamara avrebbe minacciato il marito di andare via con Francesco, il loro figlioletto di 4 anni e non farglielo vedere mai più. E così, l’ultima lite, quella del 10 marzo, è finita in tragedia: l’uomo ha ucciso moglie e figlio a colpi di martello e poi si è tolto la vita.

I familiari di Tamara volevano far celebrare due funzioni distinte: una per Tamara e Francesco e un’altra per Imo. Ma hanno acconsentito alla celebrazione di un unico funerale, quindi i tre saranno sepolti nella stessa tomba.


Dai dati si apprende che sono sempre di più gli omicidi intrafamiliari o intrarelazionali: secondo l’Eurispes, nel biennio 2009-2010, in Italia, si sono registrati 235 omicidi domestici (122 nel 2009 e 113 nel 2010). In entrambi gli anni, la maggior parte di questi, vedeva coinvolti soggetti appartenenti alla medesima cerchia familiare (97 omicidi nel 2009 e 81 nel 2010). I cosiddetti “omicidi di relazione”, invece, sono stati in tutto 57 (25 nel 2009 e 32 nel 2010). Su 235 omicidi avvenuti nel biennio 2009-2010, quasi la metà sono stati commessi nel Nord (52,5 per cento nel 2009 e 47,8 nel 2010).


1 commento per “Omicidio-suicidio Viterbo: oggi i funerali della famiglia Seri”

  1. 14 Marzo 2011

    […] Omicidio-suicidio Viterbo: oggi i funerali della famiglia Seri […]

    Commenta l'articolo


    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Riscontrata interferenza con Ad Blocker

    Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

    Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

    Grazie per il supporto, buona lettura!

    Close