Lamberto Sposini ancora grave, Wikipedia dice che è morto

Il giornalista Lamberto Sposini è stato colto da un malore ieri pomeriggio, 29 aprile 2011, poco dopo le 14 mentre era negli studi della trasmissione che conduce ogni pomeriggio, La vita in diretta, nella sede di Via Teulada, a Roma. Le condizioni del giornalista, nonostante fossero apparse sin da subito preoccupanti, sono peggiorate dopo l’arrivo in ospedale, al “Santo Spirito”. E subito qualcuno su Wikipedia ha scritto che il 29 aprile era la data del suo decesso.

Dalle dichiarazioni rilasciate da Mara Venier, sua collega e co-conduttrice di “La Vita in diretta”, pare che Sposini si sia accasciato al suolo ed abbia perso sangue dalla bocca. Nonostante i soccorsi fossero chiamati subito, sono molti i testimoni che parlano di un ritardo inconcepibile dell’ambulanza: gli operatori del 118 sarebbero giunti circa 40 minuti dopo la chiamata, mentre questi ultimi sostengono che il ritardo è stato solo di 20 minuti. Nell’attesa dei soccorsi il giornalista aveva freddo ed è stato tenuto al caldo con gli abiti dei suoi colleghi.

Intorno alle 18 Sposini è stato portato al policlinico Gemelli di Roma, dove ha avuto inizio un intervento durato più di 3 ore, terminato alle ore 21.00  per cercare di arginare l’emorragia cerebrale. Attualmente il conduttore è in coma farmacologico e le sue condizioni sono critiche. Al Gemelli sono state molte le visite a Sposini dei colleghi, tra le quali quella di Enrico Mentana, ex direttore di Sposini al Tg5 e che non ha voluto rilasciare nessuna dichiarazione ai giornalisti. In ospedale si sono recati anche il direttore Rai, Paolo Garimberti, il direttore della rete ammiraglia, Mauro Mazza, Bruno Vespa, Lucia Annunziata, Massimo Giletti, Luciano Onder e Fabrizio Mafferi

Ieri pomeriggio La vita in diretta, dopo il malore del conduttore, è stata sostiuita con un programma d’archivio, e circa un’ora dopo è iniziata la conduzione di Mara Venier. La puntata è stata poi chiusa prima del previsto.

Sul web, pochi minuti dopo la notizia del ricovero del giornalista a causa di un malore, Sposini risultava già morto: su Wikipedia, l’encilopedia “free” on line, Sposini risultava “morto in seguito a un malore”. Per questo motivo, i gestori dell’enciclopedia on-line hanno bloccato la pagina, rendendola modificabile solo agli iscritti ‘verificati’.

Sm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.