Funerali di Melania Rea, gelo tra le famiglie Rea e Parolisi

Oggi, lunedi 16 maggio 2011, sono stati celebrati i funerali di Carmela Rea, per tutti Melania, la ragazza di 29 anni, madre di una bambina di appena un anno e mezzo, scomparsa il 18 aprile scorso da Colle San Marco mentre era in gita con il marito e la figlioletta e ritrovata morta, uccisa da diverse coltellate, solo due giorni dopo. C’era tanta commozione questo pomeriggio nella chiesa di Santa Maria del Pozzo, a Somma Vesuviana. I funerali si sono volti nella stessa chiesa in cui solo tre anni fa Melania e suo marito, Salvatore Parolisi, caporalmaggiore dell’esercito, si sono detti “sì” per sempre, davanti all’altare.

La bara della ragazza è stata portata a braccio dal fratello della vittima Michele insieme con altri amici e familiari della giovane. Il marito Salvatore Parolisi, al termine del rito funebre, si è intrattenuto brevemente con i commilitoni del 235esimo Rav Piceno e poi è uscito dalla chiesa sorretto dal fratello e dalla sorella. Salvatore in chiesa era molto provato: si è inginocchiato sulla bara della moglie, ha pianto, ha pregato per lei. Ha partecipato alla messa seduto in prima fila alla destra dell’altare, mentre dall’altro lato c’erano i parenti della moglie.

Il padre della vittima, in una toccante lettera scritta assieme agli altri figli, ha parlato di un vuoto incolmabile, ha detto che si cercano risposte a tanti perchè. “Melania è stata portata via da un destino crudele che l’ha strappata con violenza inaudita ai suoi affetti. Niente sarà più come prima. La speranza è che continui a vegliare su chi l’ha amata a cominciare dalla figlia che continuerà a vegliare dall’alto“. Queste le parole di un padre che, inspiegabilmente, ha perso la figlia.

Quando la bara ha lasciato la chiesa è stata salutata da tutti con un lungo applauso. Salvatore Parolisi è uscito quasi per ultimo dalla chiesa, sorretto da un parente e singhiozzando. Le famiglie di Melania e quella del marito Salvatore Parolisi non si sono strette nel dolore: sedevano ognuno per conto proprio in prima fila ma su panche diverse e vicine. Durante il funerale di Melania tra Salvatore, i genitori e il fratello di Melania non c’è stato nessun contatto, nemmeno uno sguardo di comprensione. E, al momento dello scambio del segno della pace nessuno dei Parolisi o dei Rea si è alzato per andare verso l’altra famiglia per stringere la mano.

Sm

2 responses to “Funerali di Melania Rea, gelo tra le famiglie Rea e Parolisi

  1. Povera mamma Carmela!Nn ho parole solo commozione x il fatto.Parolisi piange dietro l’atrocita’ che ha commesso,che nel suo cuore sopravvive al pianto ed al dolore per la perdita di melania.Ha realizzato che l’ esaltazione di quel giorno …. meglio era se fosse stata trattenuta nel suo intestino e…defecata .Davvero provata x questa prematura scomparsa di questa bellissima mamma,troppo bella e buona per avere un marito con duplice personnalita’ e vite parallele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.