Gemelline scomparse, si analizzano le tracce trovate sull’auto di Schepp

Sono passati ormai alcuni mesi dalla scomparsa delle gemelline Alessia e Livia Schepp. Di loro non si è saputo più nulla, e questo caso per il momento è ancora un fitto mistero. Nonostante le varie tracce seguite, niente si è rivelato utile a sapere cosa sia successo alle due bambine. Le gemelline sono morte? O sono state portate in un luogo lontano dal padre solo per fare un torto alla sua ex moglie?

E’ difficile rispondere a queste domande. Sta di fatto che, più passa il tempo, più appare lontana la possibilità di ritrovarle in vita. Ma Irina Lucidi non perde la speranza, e pensa che le sue bambine siano vive, nonostante le dichiarazioni del suo ex marito, che aveva lasciato intendere che le gemelline erano morte, dicendo che “riposano in pace in un luogo sicuro“. Ma Matthias Schepp si è suicidato gettandosi sotto un treno, a Cerignola, lasciando sulle spine questa povera mamma, in attesa di riabbracciare Alessia e Livia.

Per Irina Lucidi sono ore difficili. Si stanno infatti efettuando delle analisi su tracce ritrovate sull’automobile di Matthias Schepp. Potrebbe trattarsi di tracce di sudore, sangue o saliva, che potrebbero contenere il DNA di Alessia e Livia. C’è la possibilità che tali elementi portino ad una svolta nelle ricerche, in quanto potrebbero dimostrare se le gemelline siano state uccise con un veleno, oppure narcotizzate, per poter svolgere con tranquillità un eventuale trasferimento delle piccole.

Fino ad oggi, qualsiasi pista seguita si è rivelata fallimentare. Questo potrebbe portare il magistrato elvetico ad ordinare l’interruzione delle ricerche delle gemelline, ritenendole già morte, forse proprio dal giorno della loro scomparsa.

Ma se ciò avvenisse, la reazione di chi sostiene queste bambine e la loro mamma Irina, sarebbe sicuramente molto forte. Nel gruppo ufficiale di Alessia e Livia, sono infatti in molti a credere che le gemelline Alessia e Livia siano ancora vive.

A.D.

One response to “Gemelline scomparse, si analizzano le tracce trovate sull’auto di Schepp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.