Referendum 2011, quorum superato: vediamo i primi dati

Referendum 2011: il quorum è stato superato. Urne chiuse, arrivano i primi dati reali e i primi intention poll forniti da La 7.

E’ stato superato il tanto temuto quorum del referendum abrogativo 2011, referendum per cui sono stati invitati a esprimere le proprie preferenze di voto circa 50 milioni di italiani. Dai primi dati diffusi dal sito del Ministero dell’Interno, si apprende che si sono recati alle urne circa il 55% degli italiani, dunque il quorum è da ritenersi largamente superato. Secondo gli istant poll de La 7, si sarebbe recato alle urne ad esprimere la propria preferenza riguardo al referendum abrogativo che l’affluenza è stata tra il 54,5% e il 59,5%. Dai dati diffusi dal Ministero dell’Interno, la situazione alle ore 15.00 è la seguente:

Quesito, privatizzazione dell’acqua: ha votato il 57% degli aventi diritto
II Quesito, profitti sull’acqua: ha votato il 57% degli italiani.
III Quesito, energia nucleare: a votare è, per il momento, il 59% degli italiani.
IV Quesito, legittimo impedimento: 57% dei voti.Secondo gli intent poll di La 7, i sì per l’abrogazione della norma per la privatizzazione dell’acqua sarebbero tra il 93% e il 97%. I sì per l’abrogazione dell’energia nucleare sarebbero tra il 92% e il 96% e i sì per il legittimo impedimento sarebbero tra il 91,5% e il 95,5%.

Se così fosse, sarebbe una sconfitta politica clamorosa per il premier Silvio Berlusconi. Dunque non verrebbero approvate le normative sulla privatizzazione dell’acqua, sul legittimo impedimento e sull’implementazione dell’energia nucleare nel nostro Paese. I prossimi dati saranno forniti ogni mezz’ora, sul nostro sito di informazione.

Bisogna dunque attendere la fine dello spoglio dei voti per avere i risultati definitivi del referendum abrogativo 2011.

 

Questi i risultati aggiornati alle ore 16,00: Referendum 2011 ultimi dati

Sm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.