Truffe on line dalla Nigeria: attenti agli annunci di vendita

La diffusione di internet ha moltiplicato i casi di truffa on line. Un nostro lettore ci ha inviato questa lettera pregandoci di diffonderla sul nostro blog in modo tale da mettere in guardia quanti più lettori possibile.

Gentile Ultime Notizie Flash,vorrei raccontavi la storia di un tentativo di truffa on line che ho subito. Nulla di eccezionale, si intende, ma come si dice un tempo repetita iuvant (nella speranza che sempre meno persone che si affidano alla rete possano cadere in questo genere di raggiro vecchio come il mondo…). Ma veniamo ai fatti: alcune settimane fa, ho messo un piccolo annuncio per la vendita di un orologio a 60 euro. Un paio di giorni fa mi arriva una mail (come tante) in cui mi si chiede se l’orolologio è ancora disponibile. Ecco i testi delle mail:

Ciao,
Hai ancora questo oggetto in vendita?
Hello,
Do you still have this item for sale?
Behrami

Alla mia risposta affermativa, ho ricevuto la seguente mail:

ciao,
Grazie per la risposta .. quindi fatemi sapere il costo della voce e voglio la spedizione verso l’Africa occidentale e voglio la spedizione da DHL e posso procedere pagamento tramite PayPal o bonifico bancario, in modo da tornare a me per un importo totale sia costo dell’articolo e spese di consegna, in modo che io possa procedere con il pagamento, va bene … attendo risposta .. grazie

hello,
Thanks for the reply..so let me know the cost of the Item and i want the shipment to West Africa and i want the shipment by DHL and i can proceed payment through PayPal or Bank Transfer,so get back to me with total amount both item cost and shipment cost,so i can proceed with payment,okay…i wait reply..thanks

A questo punto ho iniziato a insospettirmi, anche perchè pagare 60 euro un orologio e spendere almeno il doppio per la spedizione mi è sembrato veramente da folli.  Fingendomi interessato ha chiesto l’indirizzo. E questa è stata la loro ultima mail:

Ciao,

Grazie per la posta … ho capito tutto quello che hai said.i sarà felice se si può mi permettono di effettuare il pagamento tramite PayPal o Banca Transfer.you possono iscriversi conto con paypal a www.paypal.com, quindi cerchiamo mi conosce l’ammontare totale sia elemento
e spese di consegna da DHL

ecco l’indirizzo ….

Name…….Adekunle Tony
Address….Alpha photonet oando bus stop apata,
City…….Ibadan,
State……Oyo State
Zipcode….23402,
Country….Nigeria.
Phone number”+2348054586401

per bonifico bancario ad organizzare le vostre coordinate bancarie di seguito:

Nome e cognome ………
Nome banca ……
Iban ……
Numero di conto ……..
Numero di telefono …..
paese ……..
MODO CHE POSSO EFFETTUARE IL PAGAMENTO E CON L’importo totale per l’elemento con la SPEDIZIONE COST.THANKS

Dopo aver ricevuto quet’ennesima mail automatica, non mi ci è voluto tanto per inserire l’indirizzo di spedizione su google ed eccomi catapultato in più forum che parlano della famosa truffa on line nigeriana. Per la verità quelle che ho trovato erano segnalazioni di truffa ebay. Il copione di tali truffe è molto semplice: fai la spedizione e intanto ti arriva sulla mail un versamento che non c’è mai stato. Il tempo di accorgersene e l’oggetto è già in viaggio. Insomma un metodo che esiste da anni, un metodo che ha addirittura un nome: truffa nigeriana. Da quanto ho potuto vedere su internet, centinaia sono stati gli interventi della Polizia Postale, ma purtroppo questi truffatori chiudono da una parte e aprono in un altra.

Questa la mia risposta finale

L’indirizzo che mi hai dato è segnato in un forum che parla di truffe.

vai a farti un giro qui:

http://community.ebay.it/topic/Tecnologia/Che-Vuol-Dire/300034145?start=168

Gli italiani non sono stupidi come puoi credere. Segnalerò questo scambio di mail a un giornale.

Da Valentina, come si firmava, nessuna risposta….

Grazie per l’attenzione

2 responses to “Truffe on line dalla Nigeria: attenti agli annunci di vendita

  1. A me è capitata la stessa cosa con una bici che avevo messo in vendita, purtroppo nel mio caso sono stati più furbi e sottili, il compratore si è spacciato per inglese…tale Mico e poi mi ha fatto alcune domande sull’oggetto della vendita chiedendomi anche il prezzo, quindi ho pensato che si trattasse di un compratore realmente interessato.

    Poi mi ha chiesto di togliere l’inserzione perchè voleva essere sicuro di prendere la bici e mi ha chiesto di aspettare qualche giorno perchè doveva ricevere alcuni pagamenti; successivamente mi ha chiesto i miei dati per farmi il bonifico che in realtà avrebbe girato al suo cliente debitore in modo che si occupasse direttamente lui di versarmi il dovuto, mi aveva anche detto che alla spedizione avrebbe pensato lui…a me non è sembrato vero.

    A questo punto è scattata la mia leggerezza; infatti gli ho comunciato alcuni dati personali come il nome, cognome, indirizzo e codice IBAN del conto corrente nonchè un recapito telefonico…dati che normalmente si danno al compratore interessato…altrimenti come si fa ad essere pagati?

    Sul momento ho pensato…al massimo non mi fa il bonifico.
    Per una questione di trasparenza gli ho chiesto il suo indirizzo e lui me ne ha fornito uno londinese, mentre nella prima email mi aveva detto di essere a Madrid…e qui è scattato il campanello che mi ha messo sul chi va là.

    Pochi giorni dopo mi è arrivato un assegno maggiorato (4250 euro contro i 1050 richiesti), a questo punto ho avuto la certezza matematica di essere stato oggetto di un tentativo di truffa; per essere precisi di un tentativo di truffa alla Nigeriana.

    Per scrupolo ho controllato gli ip che tale “Mico” mi ha spedito ed ho scoperto con mio grande rammarico che provenivano tutti dalla Nigeria…”che fesso sono stato” sono state le mie prime parole.

    Ho interrotto ogni contatto con questo pseudo compratore, che nel frattempo ha pensato bene di inviarmi una nuova mail dove si scusava per l’assegno maggiorato (faccio notare che non gli avevo mai accennato dell’arrivo dell’assegno) dandomi precise istruzioni su come rimandarli i soldi in eccesso…per fortuna mi sono accorto in tempo del tentativo di truffa e non c’ho rimesso un euro, ma al di là della tentata frode adesso i miei timori riguardano l’uso che potrebbero fare dei miei dati sensibili…vabbè che sono dati che chiunque può trovare su qualsiasi elenco telefonico; fatto salvo per il codice IBAN che però per fortuna non è di un conto online, però l’arrabbiattura è assai grande…cosa mi congliate di fare per tutelarmi?

    Non penso ci siano gli estremi di una denuncia per truffa visto che quest’ultima non si è consumata e neanche per furto d’identità perchè di fatto gli ho dato io i miei dati che servivano per essere pagato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.