Bimbo di 18 mesi positivo alla droga, fermata la madre

E’ angosciante anche solo immaginare quel tenero bambino di 18 mesi che adesso si trova nell’Ospedale dei Bambini a Palermo, ricoverato in prognosi riservata nel reparto di rianimazione per avere probabilmente assunto cocaina ma non solo… Cosa è accaduto ad un bimbo così piccolo che andrebbe solo protetto dai pericoli comuni di ogni giorno, coccolato dall’amore di chi l’ha messo al mondo?

Ieri il piccolo è stato portato al pronto soccorso dalla madre di 25 anni e dal suo convivente affermando che il bambino aveva problemi respiratori. Deve essere bastata una veloce occhiata ai medici presenti per accorgersi di lividi e ustioni sul piccolo corpicino, poi il ricovero in rianimazione. Le analisi delle urine hanno rivelato che il bimbo avrebbe ingerito della cocaina al punto da determinare una intossicazione.

La madre è disoccupata, il suo compagno lavora al mercato ortofrutticolo e interrogati dalla polizia hanno riferito due versioni totalmente diverse.  Secondo la madre il bimbo sarebbe caduto dal seggiolone provocandosi lividi e bernoccoli mentre le bruciature sarebbero il risultato di un gioco cattivo del fratellino. Nessuna ammissione sull’uso di droga. Invece l’uomo ha riferito di una madre violenta che non evita punizioni fisiche ai figli e che inoltre entrambi fanno uso di droghe. Proprio la sera precedente avrebbero assunto cocaina e lui avrebbe lasciato in bagno il sacchetto con lo stupefacente poi non più ritrovato.

Adesso gli inquirenti stanno cercando di capire a quali maltrattamenti fosse sottoposto il bambino o i bambini e il vero motivo dell’intossicazione da cocaina del piccolo. Il bimbo adesso è al sicuro protetto da un amore più grande di quello di sua madre…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.