Cirò Marina, arrestate maestre: umiliavano e terrorizzavano i bambini

A Cirò Marina in Calabria l’ennesimo episodio che vede vittime dei bimbi sottoposti a continue violenze da parte delle loro maestre. Le indagini dei carabinieri hanno portato all’arresto due educatrici dell’asilo di Cirò. Tutto ha avuto inizio quando la mamma di una bambina ha iniziato ad insospettirsi dopo aver notato sul volto della figlia dei segni di probabile violenza.

Dopo la denuncia della mamma i carabinieri sono riusciti a documentare le violenze che i bambini ricevevano da parte delle maestre, le persone a cui ogni giorno i genitori affidavano fiduciosi i loro figli. Telecamere nascoste in classe e relative riprese di episodi violenti e crudeli ripetuti nei mesi di aprile e maggio scorsi hanno accertato la colpevolezza delle due donne. 40 episodi di violenza in due mesi, episodi in seguito ai quali il gip di Crotone, Russo Guarro, ha sottolineato che i bambini erano visibilmente terrorizzati al solo avvicinarsi delle insegnanti.

Delle due maestre non è stata resa nota l’identità mente il giudice ha disposto gli arresti domiciliari. Nell’ordinanza di custodia cautelare emessa su richiesta della procura della Repubblica il gip afferma che le due maestre “hanno sottoposto i minori a continue sofferenze fisiche percotuendoli ripetutamente con reiterati colpi e umiliazioni morali, cagionando loro penose condizioni di vita e costringendoli a vivere in una clima di paura e di insicurezza”.

La mancanza di confidenze dei piccoli ai rispettivi genitori è una triste conferma di quanto loro temevano le maestre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.