Stefano Cucchi ultime notizie: arriva la nuova perizia

Ci sono delle novità che avvalorano la tesi del pestaggio da parte dei poliziotti.

Torniamo a parlare di Stefano Cucchi, il 31enne morto nell’ottobre del 2009 dopo esser stato arrestato. Ricordiamo che sul caso è aperta un’inchiesta in quanto ci sono delle accuse molto pesanti sulla Polizia: potrebbero infatti esser stati i poliziotti a provocare la morte del giovane. E l’ultima perizia avvalora questa tesi, da sempre sostenuta dall’accusa: Cucchi aveva infatti un’altra fattura sul suo corpo. La lesione sul corpo del 31enne deceduto poco dopo essere stato arrestato nell’ottobre del 2009 viene ritenuta recente e quindi compatibile con le date della detenzione. Dall’incontro peritale collegiale svoltosi all’istituto di Medicina Legale dell’Università di Milano è emerso che la frattura riguarderebbe le vertebre L3 e L4′. L’esito della perizia rafforza, dunque, l’ipotesi del pestaggio da parte degli agenti. Vediamo insieme le ultime notizie sul caso.

Questo quanto scritto ad opera dei periti, nella nuova perizia sul corpo di Cucchi: “Si visionano le aree vertebrali di interesse rappresentate nei fotogrammi relativi alle cone beam in sezione trasversa di L4 in corrispondenza alla lamina sinistra (…) dove si visualizza una linea di discontinuità dei tessuti calcificati”. “Relativamente alla suddetta sede – proseguono – si stabilisce di effettuare sezioni coronoli finalizzate all’esame istologico e immonoistoichimico, a distanze superiori al millimetro. Si concorda sull’effettuazione dei predetti esami anche sui tessuti molli periferici”.

La sorella, Ilaria Cucchi, che non ha mai smesso di combattere per la verità, ha commentato così: “Ora ci aspettiamo che venga riconosciuta finalmente la verità su quello che è successo a mio fratello, e diciamo basta alle ipocrisie. Noi siamo molto tristi – dice Ilaria Cucchi parlando a nome della famiglia – perché queste notizie rendono sempre di più l’idea di quanto ha sofferto Stefano. I pubblici ministeri riflettano, o forse diranno che mio fratello se le è procurate dopo” quelle lesioni. “Questo – conclude la sorella di Stefano Cucchi – avvalora quello che noi andiamo dicendo da sempre e che, in tutti i modi, si vuole negare”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.