Treviso, ragazzina muore a scuola per attacco epilettico

Una storia tristissima arriva dalla provincia di Treviso. Una storia triste e che lascia tanta rabbia, perché non si può morire a soli dodici anni. Lorena Elisa Jimenez era una ragazzina, potete vederla nella foto del nostro articolo. Era in classe con i compagni, come sempre. Tutti preparavano i lavoretti per Natale quando qualcosa è andato storto. Lorena combatteva con quel male brutto, chiamato epilessia. E proprio un attacco di quel male se l’è portata via. I soccorsi del Suem sono arrivati subito a scuola, nel comune di Casale Sul Stile, in provincia di Treviso. Ma ogni tentativo di strappare Lorena alla sua morte è stato inutile. La piccola è stata trasportata subito in ospedale, ma un arresto cardiocircolatorio ne avrebbe provocato il decesso. Lorena era nata a Santo Domingo.Circa un anno fa, il 29 dicembre scorso, la piccola era stata colpita da un ennesimo attacco e tenuta in osservazione nel reparto di pediatria di Ca’ Foncello. Questa volta il suo cuore non ha retto, e se ne è andata così, davanti agli occhi dei compagni, per sempre.

La piccola Lorena Elisa Jimenez nel nostro Paese ci era arrivata solo due anni fa con la madre e i fratelli maggiori. I medici di Santo Domingo le avevano prescritto una pastiglia “salva-vita”, ma da un anno aveva smesso di prenderla su consiglio del pediatra del Ca’ Foncello.

Proprio da quel momento, secondo quanto denuncia il compagno della madre della piccola, un uomo trevigiano, Lorena avrebbe ricominciato a soffrire di svenimenti continui. La famiglia ha ora intenzione di sporgere denuncia contro il medico pediatra che aveva deciso di interrompere la terapia “salva-vita”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.