Daniel suicida a 17 anni per i ricatti dopo una chat erotica

Purtroppo è ancora cyber bullismo in Gran Bretagna dove Daniel Perry, un ragazzo scozzese di 17 anni si è suicidato dopo avere partecipato ad una chat erotica. Una video chat via Skype con una ragazza americana che evidentemente aveva come punto d’arrivo l’estorsione di denaro. Sotto le minacce di rendere pubblico a tutti il filmato della chat il giovane si è ucciso. L’adolescente si era rifiutato di pagare e sul social network Ask.fm sono arrivate anche le minacce di morte.

Daniel Perry non ha retto a tanta pressione, evidentemente non ha trovato nessuno con cui confidarsi, nessuno a cui chiedere aiuto. Originario di Dunfermiline in Scozia si era rivolto ad Ask.fm per porre delle domande e cercare consigli per la cura dell’eczema. Non è la prima volta che questo social network si trova al centro di polemiche.

Durante la videochat era stato indotto a spogliarsi, poco dopo la minaccia che se non avesse pagato amici e parenti avrebbero visto quelle immagini. Al suo rifiuto di pagare l’arrivo delle minacce di morte.

Vergogna, ricatti, paura che davvero lo uccidessero, Daniel ha preferito morire ed eliminare quel peso per lui troppo grande.

Il premier Davide Cameron ha assicurato che verranno presi provvedimenti contro i social network capaci di generare tutto questo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.