Alessia e Livia sono in Canada? Le ultime notizie da Chi l’ha visto

A Chi l'ha visto le ultime notizie delle gemelline Alessia e Livia Schepp che potrebbero essere ancora vive. Sono in Canada?

Le gemelline Alessia e Livia Schepp potrebbero essere ancora vive. Un clamoroso scoop arriva nella puntata di Chi l’ha visto in onda il 19 febbraio 2014. Vi avevamo già accennato che nella trasmissione di Rai 3 si sarebbe tornato sul caso delle gemelline portate via dalla Svizzera e mai più ritrovate. Mathias Schepp è morto, si è ucciso buttandosi sotto un treno ma prima ha scritto una lettera a sua moglie dicendole che non avrebbe più rivisto le sue bambine. Ma di Alessia e Livia nessuna traccia in quello strano viaggio che ha condotto l’ingegnere in Italia. E poi arriva una lettera anonima in redazione, una lettera in cui si parla del Canada, di due città diverse, una piccolissima e poi la capitale, Ottawa. I giornalisti di Chi l’ha visto sono stati in Canada per cercare di capire se questa pista ha davvero qualcosa da dire, le gemelline potrebbero davvero essere ancora vive?

La squadra di Chi l’ha visto si mobilita nelle ricerche delle due bambine dando quindi credito a quello che c’è scritto nella lettera anonima. La persona che l’ha scritta è convinta di quello che dice in quanto pare lavorasse nella tipografia che ha stampato dei passaporti falsi per le due gemelline. La pista viene inoltre presa in considerazione dai giornalisti di Chi l’ha visto in quanto anche un’altra donna italiana aveva parlato del Canada e del fatto che Mathias dovesse attendere le bambine probabilmente in Puglia, nello stesso posto in cui doveva ritirare magari i passaporti. Potrebbe quindi, dopo aver sistemato la questione, essersi gettato sotto un treno sapendo che Alessia e Livia sarebbero arrivate senza troppe difficoltà in Canada. Così le due bambine vengono cercate in un altro continente. La prima cittadina segnalata è davvero piccolissima tanto che ci sono solo tre scuole dove le bambine potrebbero andare. I giornalisti di Rai 3 parlano con il sindaco, vanno in chiesa, ottengono il permesso anche di parlare con la preside della scuola ma delle due bambine non ci sono tracce. Si spostano allora a Ottawa, nella capitale ma qui fare una sorta di ricerca sul campo sarebbe davvero impossibile, così decidono di lanciare un appello in tv. Sono tante le chiamate che arrivano a Chi l’ha visto, in particolare sembra che sia stata riconosciuta una delle due gemelline. Adesso in Canada ci sono due investigatrici private a lavoro. Pare che Schepp avesse dei contatti in Canada, forse alcuni parenti. Nel suo folle piano aveva davvero previsto tutto ma non aveva voluto fare del male alle bambine?

Le indagini continuano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.