Un anno dopo il Covid nel mondo: i numeri degli ultimi giorni

numeri covid un anno dopo

Da un anno il Covid 19 tiene sotto scacco il mondo intero. E dopo una prima ondata lo scorso marzo e una fase di solo apparente rallentamento in estate, il virus è tornato più forte di prima con numerose varianti (sudafricana, inglese, brasiliana) a rendere ancora più difficoltosa la sua gestione. Lo sa bene l’Italia, che negli ultimi giorni ha a che fare con una impennata dei contagi a causa della variate inglese. Ma anche il resto del mondo arranca, con sempre più persone contagiate e una situazione di netta difficoltà da parte degli addetti ai lavori per contenere il virus . Quali sono i numeri del Covid nel mondo a un anno di distanza?

Un anno dopo il Covid nel mondo: i numeri degli ultimi giorni

Secondo gli ultimi dati dell’Oms, sono stati 347.981 i nuovi contagiati. La nazione che ha fatto registrare il più alto numero di contagi in un giorno è l’America con oltre 69mila casi, seguita da Brasile (oltre 61mila) e Francia (oltre 19mila). Al quarto posto di questa triste classifica ecco che spunta l’Italia conta 17mila casi in un giorno. Numeri davvero molto alti per tutti, insomma, e futuro che si prospetta tutt’altro che roseo nonostante la campagna vaccinale sia cominciata, in Italia così come nel resto d’Europa e del mondo.

Alcuni paesi, però, sono ancora “indietro” per quanto riguarda la reperibilità dei vaccini. E preoccupano le condizioni di India, Russia, Turchia, Iran, Perù e Messico che sembrano non riuscire a far fronte a numeri di contagi perennemente in crescita e destinati a salire ancora.

Usa paese con più contagi: seguono Brasile e Francia

Detto dei 69mila nuovi casi degli Usa, ecco il Brasile: 61.602 nuovi contagi in 24 ore. Al terzo posto c’è la Francia con 19.213 nuovi contagiati, seguita dall’Italia che secondo i dati dell’Oms del primo marzo, conta 17.440 casi in più. In Italia i casi dall’inizio della pandemia sono 2.938.371 e i decessi 97.945. Segue l’India con 15.510 nuovi casi quindi la Russia (11.571), la Turchia (8.424), l’Iran (8.010), il Perù (7.500) e il Messico (7.246). Numeri davvero molto alti a distanza di un anno dai primi casi di Coronavirus. Per il momento il mondo intero non sembra essere in grado di reggere la forza di questo virus che si propaga a forte velocità. Il caso dell’Italia è lampante: nonostante un anno di lockdown a intermittenza (con regole più rigide in alcune regioni considerate a rischio) i numeri dei nuovi contagi da Covid 19 continuano a salire vertiginosamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.