Aumento bollette luce dal primo luglio: come cambiano gli importi?

aumento bollette luce

Una sorpresa amara è in arrivo per gli italiani a causa dell’aumento delle bollette della luce dal primo luglio: come cambiano gli importi? A decidere l’aumento sulle bollette della luce, a partire dal primo luglio, è stata l’Arera, l’ex Autorità Energia, che ha comunicato le nuove tariffe per il mercato tutelato che saranno in vigore dall’inizio di questo mese. Per fortuna mentre è previsto l’aumento delle bollette della luce, c’è anche un calo di quelle del gas. Scopriamo quanto cambieranno gli importi in virtù di queste nuove decisioni e in quale percentuale aumentano le bollette dell’energia elettrica.

AUMENTO BOLLETTE LUCE DAL PRIMO LUGLIO, ECCO COME CAMBIANO GLI IMPORTI DA QUESTO MESE

Secondo quanto si apprende, l’aumento delle bollette della luce sarà pari all’1,9%. In compenso però è previsto un calo delle bollette del gas, pari al 6,9%. Ma cosa cambia per le famiglie italiane con questi aumenti e cali? La spesa per la famiglia relativa all’elettricità sarà di 566 euro nel periodo compreso tra l’1 ottobre 2019 e il 30 settembre 2019. Per il gas, invece, la spesa media stimata è di circa 1.150 euro.

L’Arera, ex Autorità energia, ha parlato di questi rincari dicendo che “dopo i forti ribassi del trimestre scorso“, è previsto “anche nei prossimi tre mesi (…) un andamento complessivamente favorevole” per i consumatori. Questo relativamente alle “bollette dell’energia per i clienti in tutela“.

A parlare dell’aumento della bolletta della luce è anche il Codacons, che non sembra essere favorevole a tutto questo. Commentando i dati resi noti, ha detto che è stata “definitivamente smentita la fake news sulle riduzioni record delle tariffe energetiche in Italia“, che è “circolata in occasione dell’aggiornamento delle tariffe dello scorso aprile“. Il Codacons fa invece sapere che “si registra anzi una ripresa per l’elettricità, che torna a crescere del +1,9%“. Tale incremento “avviene proprio in corrispondenza dei maggiori consumi elettrici da parte delle famiglie, e avrà un impatto non indifferente sulle tasche dei consumatori“. Dunque per l’associazione dei consumatori smentisce i risparmi per gli italiani e a parlare è stato il presidente Carlo Rienzi. Le cose vanno meglio con il gas, dove “assistiamo ad una ulteriore crescita della tassazione“. Dunque, visti gli ultimi cambiamenti tariffari, si è “lontani dal recuperare gli aumenti record registrati lo scorso anno“. In quella occasione le famiglie italiane hanno dovuto far fronte ad “un incremento del +11,12% per la luce e del +13,67% per il gas“. Non ci resta che attendere le prossime bollette per capire cosa succederà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.