Assicurazione auto, Decreto fiscale: arrivano sconti per le famiglie

assicurazione auto sconti famiglie

Assicurazione auto, nel Decreto fiscale arrivano sconti per le famiglie. La Commissione Finanze della Camera ha dato il via libera a un taglio del costo per l’assicurazione obbligatoria sia per le auto che per le moto. Il Decreto fiscale dovrà poi trovare l’approvazione con il voto finale in aula. Ma cosa cambia per i cittadini italiani? Con l’emendamento intitolato “Rc auto più equa” del Movimento 5 Stelle, che è stato presentato da Alessio Villarosa, sottosegretario all’economia, prevede un aumento degli sconti presenti nella Legge Bersani del 2007. Nei fatti il nucleo familiare può accedere alla fascia di assicurazione auto più bassa per tutti i veicoli presenti. Dunque la classe di merito sarà la stessa per tutta la famiglia. Scopriamo nel dettaglio cosa potrebbe succedere con l’approvazione dell’emendamento che prevede sconti sull’assicurazione auto.

Assicurazione auto: sconti e agevolazioni per le famiglie

Con la Legge Bersani era previsto che, all’interno di una stessa famiglia, potesse essere possibile ottenere la classe di merito più favorevole andando a vedere l’attestato di rischio conseguito per un altro mezzo già assicurato. Dunque, con l’acquisto di una moto o un’automobile, si poteva ottenere la classe di merito più bassa di un altro componente della famiglia. Cosa cambia con la proposta del M5S? Si mette mano alla Legge Bersani rendendo il provvedimento ancora più vicino alle famiglie, così da diminuire la spesa annuale per il costo dell’assicurazione auto, soprattutto in presenza di più veicoli.

Rc auto e i risparmi per i nuclei familiari grazie alla classe di merito: come funziona?

Gli sconti previsti si attestano tra il 30 e il 40%. Dunque sarà possibile applicare la classe di merito più bassa per l’assicurazione auto se non sono avvenuti sinistri con responsabilità nei 5 anni precedenti. Il Movimento 5 Stelle parla di queste novità come di “una boccata di ossigeno” per i nuclei familiari italiani, in quanto il pagamento della Rc auto è una voce di spesa non indifferente per il bilancio familiare. La differenza di prezzo tra la classe 1 e la classe 14 è davvero forte. Dunque per un neopatentato, prendere una classe inferiore, può essere davvero un’ottima agevolazione.

Dunque ancora una volta il Movimento 5 Stelle ha dimostrato di stare dalla parte delle famiglie, che ogni anno devono sostenere ingenti spese. Una di queste è proprio l’assicurazione auto, che con il Decreto fiscale potrebbe subire i cambiamenti di cui vi abbiamo parlato. Non ci resta che attendere la votazione in Aula per scoprire se tale emendamento vedrà effettivamente la luce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.