Bonus baby sitter da 1200 euro: sito Inps non aggiornato, quando fare la domanda

bonus baby sitter da 1200 euro novità

Uno stop tecnico quello che sta subendo in queste ore il Bonus baby sitter da 1.200 euro. Con il Decreto Rilancio, la cifra di 600 euro di questo incentivo è stata raddoppiata. Ma chi sta cercando di inviare la propria richiesta attraverso il sito Inps, sta trovando delle difficoltà. In particolare, la piattaforma pare non sia stata aggiornata e, dunque, risulta al momento possibile inviare solo la domanda per i 600 euro. Ora a dare conferma di questo blocco tecnico ci pensa proprio l’ufficio stampa dell’Istituto, che ha appunto rivelato che il sito non è stato aggiornato. Ma la nuova versione quando andrà online? Vediamo insieme tutti i dettagli riguardanti il Bonus baby sitter da 1.200 euro introdotto dal Decreto Rilancio.

BONUS BABY SITTER DA 1.200 EURO: PROBLEMI CON IL SITO INPS NON AGGIORNATO, QUANDO FARE LA DOMANDA

In queste ultime ore molte famiglie stanno trovando impossibile fare la richiesta per il Bonus baby sitter da 1.200 euro. L’ufficio stampa dell’Istituto conferma che il sito non è stato aggiornato. La nuova versione sarà, in realtà, disponibile dalla prima settimana di giugno! Dunque, chi ha intenzione di inviare la propria domanda per l’incentivo raddoppiato, da 600 a 1.200 euro, dovrà ancora attendere qualche giorno. Il Decreto Rilancio ha portato diverse novità per quanto riguarda il Bonus baby sitter. La prima riguarda, appunto, la somma, valida solo per chi non aveva già ottenuto l’incentivo con il Decreto Cura Italia. Ci sono anche dei cambiamenti riguardanti le modalità con cui sarà possibile spendere l’assegno. Il Governo ha deciso che la somma potrà essere utilizzata anche per usufruire dei servizi educativi territoriali, dei servizi della prima infanzia e nei vari centri ricreativi.

A CHI È RIVOLTO IL BONUS BABY SITTER DA 1.200 EURO

Ma a chi è rivolto il Bonus baby sitter da 1.200 euro? Potranno richiederlo tutte le famiglie, anche quelle affidatarie, con figli con un’età inferiore ai 12 anni. In caso di disabilità, il limite di età non c’è. L’assegno può essere disponibile, però, solo ai quei nuclei familiari che non hanno un genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa. Non solo, non potranno ricevere il Bonus le famiglie in cui un genitore risulta disoccupato o non lavoratore. Inoltre, ricordiamo che questo incentivo è incompatibile con il Bonus asilo nido e con il congedo parentale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.