Bonus tiroide 2020 ultime notizie: cos’è e a chi spetta

bonus tiroide 2020

Il Bonus Tiroide 2020 è un assegno mensile di invalidità civile che viene riconosciuto dall’Istituto Nazionale di Previdenza (Inps) a chi soffre di quattro disturbi della tiroide: carcinomi tiroidei, gozzo, ipotiroidismo e ipertiroidismo. Si tratta dunque di un piccolo incentivo per le persone che sono affetti da particolari disturbi che molto spesso si rivelano invalidanti. A chi spetta il bonus? E come richiederlo all’Inps?

Bonus Tiroide 2020, chi può usufruirne

Come dicevamo, carcinomi tiroidei, gozzo, ipotiroidismo e ipertiroidismo sono le quattro patologie considerate meritevoli di “copertura” da parte dell’Inps. Per usufruire del bonus, però, sarà necessario superare una visita della Commissione Medica dell’Inps che potrà accertare la reale esistenza del problema. L’indennità varierà da 286 a 550 euro a seconda dell’invalidità riconosciuta (dal 74% al 100%).

Bonus Tiroide 2020, cosa serve per richiederlo

La procedura per avere accesso al bonus è abbastanza lineare. L’importante è procurarsi tutta una serie di certificati che andranno poi presentati alla Commissione Medica dell’Inps che valuterà la situazione prima di dare il via libera alla eventuale erogazione del bonus. La prima cosa da fare per richiedere il Bonus Tiroide 2020 è presentare la domanda per l’accertamento dell’invalidità da parte della Commissione Sanitaria all’Azienda Sanitaria Locale (Asl), chiedendo al medico di base di compilare sul sito Inps.it il certificato introduttivo (a pagamento). Il medico dovrà indicare tutte le patologie che possono essere valutate ai fini dell’ottenimento dell’invalidità. Una volta in possesso della ricevuta cartacea dell’operazione online e una copia del certificato medico originale, che vale 90 giorni, il paziente affetto da problemi alla tiroide potrà procedere con la domanda vera e propria. Alla visita medica, inoltre, il paziente dovrà presentarsi con gli esami di TSH, il certificato del medico in originale, il documento di identità, la tessera sanitaria e l’ecografia tiroidea per gozzo semplice e gozzo nodulare, ipotiroidismo, tiroiditi o altri documenti specifici per le patologie indicate.


Bonus Tiroide 2020, come richiederlo


Il bonus potrà essere richiesto visitando il sito dell’Inps oppure rivolgendosi a un Patronato che invierà la domanda per conto del paziente. In seguito alla visita, la Commissione Medica dell’Inps invierà al paziente via mail (PEC) il verbale di visita in due copie, una contenente tutti i dati sanitari, inclusi quelli sensibili, e l’altra con il solo giudizio finale con il grado di validità in percentuale. A quel punto il paziente saprà se è stato considerato “meritevole” del bonus e per quale importo specifico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.