Aumento pensione di invalidità: a chi spetta e cosa fare per riceverlo

aumento pensione invalidità

A chi spetta l’aumento di pensione di invalidità e come fare per poterlo ricevere? Il termine di scadenza per richiederlo è stato prorogato fino al prossimo 30 ottobre e c’è ancora tempo, dunque, per chi ne ha diritto per poter formalizzare la domanda. L’incremento dell’assegno dato dall’Inps a coloro a cui è stata riconosciuta un’invalidità è stato deciso in seguito al pronunciamento della Consulta che a giugno aveva giudicato insufficienti i 285 euro previsti fino ad oggi.

Vediamo quelle che sono le ultime notizie sull’aumento della pensione di invalidità, quali sono i requisiti da avere e come si può richiedere.

Aumento pensione di invalidità, a chi spetta

L’aumento della pensione di invalidità dà quindi la possibilità, a chi ne ha diritto, di ricevere 651,51 euro per tredici mensilità. Ma chi può farne richiesta? A poterne usufruire sono invalidi civili totali, sordi e ciechi civili assoluti che abbiano già compiuto 18 anni e non più solo a partire dai 60 anni. Una misura necessaria da parte del Governo per aiutare in modo più concreto tutte quelle persone in difficoltà e che, fino ad oggi, avevano dovuto “accontentarsi” di una cifra decisamente bassa che non arrivava nemmeno a 300 euro. Ancora, per richiedere l’aumento occorre rispettare alcuni requisiti reddituali. Nel caso non sia coniugato, per esempio, il beneficiario della pensione non deve possedere un reddito superiore 8.469,63 euro (se coniugato invece i redditi cumulati con il coniuge non devono essere superiori a 14.447,42 euro). Se entrambi i coniugi hanno diritto all’aumento, questo concorre al calcolo del reddito totale.


Aumento pensione di invalidità, come richiederlo

Intanto c’è da specificare che la domanda per l’aumento della pensione di invalidità può essere richiesta sia da colui/colei che usufruisce dell’assegno che da un intermediario. Per fare domanda occorre visitare il sito ufficiale dell’Inps, accedendo al servizio “Domanda Pensione, Ricostituzione, Ratei, ECOCERT, APE Sociale e Beneficio precoci”.

Seguendo la procedura indicata, e compilando tutti i dati che vi saranno richiesti, potrete formalizzare la richiesta di aumento di pensione di invalidità. L’aumento, se accettato dall’Istituto Nazionale di Previdenza, verrà riconosciuto con decorrenza a partire dal primo agosto, ecco perché al momento della richiesta, nel campo che riporta la scritta “Note”, occorrerà scrivere “Richiedo il riconoscimento della maggiorazione con decorrenza dal 1° Agosto 2020“. Ricordate che, qualora da soli non foste in grado di fare richiesta di aumento, potrete sempre rivolgervi a un esperto professionista o a un patronato per un consulto.

Queste le ultime notizie sull’aumento di pensione di invalidità e su come sia possibile accedervi, facendone domanda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.