Cashback per pagare le bollette di luce e gas: come usarlo

cashback per pagare bollette

Sapevate che si può utilizzare il Cashback anche per pagare le bollette della luce e del gas? L’incentivo proposto dal Governo per contrastare l’evasione fiscale e rendere le spese degli italiani meno onerose può davvero essere sfruttato per ottenere rimborsi anche sulle utenze. Ma come si deve usare il Cashback in caso di pagamenti da sostenere di luce e gas? Ecco qualche indicazione utile per usufruire del 10% di rimborso sulle spese effettuate attraverso un’applicazione facile da usare.

Cashback per pagare le bollette di luce e gas: come usarlo

Il gruppo Enel ha lanciato l’applicazione Enel X Pay che permette di accedere subito al bonus Cashback. Per iscriversi al Cashback con questa applicazione non è necessario utilizzare le credenziali SPID per cui il procedimento risulta più snello e pratico anche per chi non ha particolare dimestichezza con il computer. Una volta entrati sull’applicazione sarà possibile accedere alle tante funzionalità che permette di sfruttare Enel X Financial Services tra cui, appunto, quella di effettuare il pagamento delle bollette di casa associandole alla vostra carta (ottenendo poi il rimborso del 10% sul totale dell’importo speso, così come funziona per tutte le altre spese di vario genere effettuate con carta di credito, app o bancomat e che rientrano nell’elenco di quelle previste per il bonus Cashback).

Le altre funzioni disponibili dell’app di Enel

Attraverso l’app Enel X Pay si potrà sfruttare il Cashback per pagare le bollette di luce e gas ma anche effettuare una serie di altri movimenti. Per esempio:

  • effettuare il pagamento di bollettini, tasse e tributi delle Pubbliche Amministrazioni (che risultino aderenti al circuito pagoPA)
  • pagare i bonifici SEPA
  • scambiare denaro da persona a persona senza costi di addebito
  • effettuare donazioni per iniziative di solidarietà
  • realizzare pagamenti per la ricarica delle auto elettriche

Per usufruire del bonus Cashback, ricordiamo che occorrono dieci pagamenti diversi da qui alla fine dell’anno, in quello che è stato definito dallo stesso Governo un mese sperimentale. Dal 2021, quando il Cashback entrerà in vigore a tutti gli effetti, la soglia minima di acquisti da effettuare per poter usufruire del 10% di rimborso è quella di cinquanta acquisti per semestre. Sotto questa soglia l’incentivo del Governo non potrà essere sfruttato. I rimborsi avverranno, nel 2021, ogni sei mesi, accreditati direttamente sul conto corrente indicato da ogni singolo cittadino al momento dell’iscrizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.