Bonus lavoratori spettacolo: a chi spetta, importo e come chiederlo

Bonus lavoratori spettacolo: a chi spetta

Arriva il bonus per i lavoratori dello spettacolo, contemplato nell’ultimo decreto varato dal Governo Draghi. Un aiuto per una categoria fortemente penalizzata da questa pandemia, già dal primo lockdown. I lavoratori dello spettacolo rientrano di diritto tra quelli che più hanno perso in questa crisi e in questi mesi in molti hanno fatto sentire la loro voce per protestare ma poco purtroppo è cambiato. Da un anno infatti non lavorano. E’ vero che alcuni set sono stati riaperti ma i cinema sono stati quasi sempre chiusi come anche i teatri. E i concerti live non si fanno ormai da un anno, se non per alcune eccezioni questa estate. Ma in questo mondo, quello dello spettacolo, lavorano migliaia di famiglie: dal reparto sartoria al trucco e parrucco del teatro, le luci, i suoi, scenografie…Quando si pensa allo spettacolo si pensa sempre ai grandi artisti ma dietro a ognuno di loro ci sono migliaia di famiglie. Non solo, spettacolo non vuole dire per forza artista blasonato. In questo mondo lavorano anche attori di teatro che hanno uno stipendio più che normale, cantanti che si esibivano nei pub prima dell’avvento del covid 19, giusto per fare qualche esempio. Ed è giusto che si pensi anche a loro con questo bonus e con degli aiuti.

Le novità quindi ci sono e arrivano con il Decreto Sostegni che arriva in soccorso con un bonus una tantum che dovrebbe servire a coprire le perdite dei mesi di gennaio, febbraio e marzo. Ma a chi spetta il bonus lavoratori spettacolo? E come si deve fare per richiederlo?

Bonus lavoratori spettacolo: a chi spetta

Partiamo dalle categorie di lavoratori a cui è destinato questo incentivo. Come da legge, il bonus spetta “a chi ha almeno 30 contributi giornalieri versati dall’1 gennaio 2019 alla data di entrata in vigore del decreto (23 marzo 2021), un reddito relativo al 2019 non superiore ai 75mila euro e non risulta: titolare di pensione, di contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, di contratto intermittente con corresponsione dell’indennità di disponibilità prevista dall’art. 16 del d. lgs. 81/2015“.

Il bonus può essere richiesto anche da chi può vantare almeno 7 contributi giornalieri versati dall’1 gennaio al 23 marzo 2021 e un reddito relativo al 2019 non superiore a 35mila euro.

Bonus lavoratori spettacolo: a quanto ammonta

Come anticipato, l’incentivo contemplato nel Decreto Sostegni va a coprire le perdite di gennaio, febbraio e marzo e sarà elargito ancora una volta dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale (Inps). La somma una tantum è pari a 2.400 euro (800 euro al mese, dunque). Secondo una prima stima sarebbero circa 44mila coloro che potranno beneficiare di questo bonus.

Come fare richiesta per il bonus lavoratori dello spettacolo

La domanda andrà effettuata entro il 30 aprile 2021 attraverso il sito dell’Inps. Si attende una circolare in questi giorni in cui saranno spiegati nel dettaglio i passaggi da effettuare per fare richiesta di bonus. Attenzione però: coloro che già in passato hanno usufruito di questo bonus non dovranno rifare domanda. Per loro l’accredito dei 2400 euro sarà infatti automatico. Dovranno fare domanda di bonus solo quei lavoratori dello spettacolo che nel corso del primo lockdown non avevano ricevuto incentivi. Il numero di beneficiari stavolta dovrebbe essere più alto visto che, rispetto al primo bonus erogato dal Governo Conte, si è portato il limite reddituale per accedere al sostegno da 50mila a 75mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.