Bonus Inps 2021 senza Isee: quali sono e a chi spettano

bonus inps 2021 senza isee

Sono stati confermati i Bonus Inps 2021 che si potranno ottenere anche senza la presentazione dell’Isee. Ma quali sono nel dettaglio e a chi spettano? E una volta individuata la platea di potenziali beneficiari, come fare per richiederli nel modo corretto? Ecco una piccola guida per individuare quali sono i bonus richiedibili anche senza Isee, contemplati dal Governo nell’anno in corso. Facciamo una piccola sintesi che ci permette di capire come muoverci per richiedere questi bonus.

Bonus Inps 2021 senza Isee: quali sono e a chi spettano


In generale, dando una rapida occhiata ai Bonus Inps 2021 senza Isee da poter richiedere, si capisce che il Governo vuole andare in soccorso di determinate categorie: famiglie con figli piccoli, per esempio, ma anche lavoratori con partita Iva e donne in stato di gravidanza. Dal bonus Mamma Domani al Bonus bebè, passando per Bonus Iscro: sono davvero tanti gli incentivi. Capiamo meglio di cosa si tratta.

Bonus Mamma Domani 2021: requisiti per richiederlo

Altresì chiamato anche Premio alla nascita. Viene corrisposto dall’INPS per la nascita o l’adozione di un minore, a partire dal 1° gennaio 2017, su domanda della futura madre al compimento del settimo mese di gravidanza (inizio dell’ottavo mese di gravidanza) o alla nascita, adozione o affidamento preadottivo. Si tratta di 800 euro una tantum e spetta anche in caso non si presenti l’Isee.

Bonus bebè 2021: quali sono i requisiti per averlo

Il Bonus bebè è anche chiamato assegno di natalità e consiste in un assegno mensile che viene corrisposto fino al primo anno di vita del bambino. E’ destinato alle famiglie per ogni figlio nato, adottato o in affido preadottivo. Si può ottenere anche senza la presentazione dell’Isee e in questo caso l’Inps corrisponderà la cifra minima, consistente in 80 euro al mese. In caso di presentazione di Isee, qualora questo venisse ritenuto basso, la cifra potrebbe salire fino a 160 euro al mese. A chi spetta il bonus bebè 2021? Ai cittadini italiani, comunitari o extracomunitari in possesso di idoneo titolo di soggiorno per le nascite, adozioni, affidamenti preadottivi avvenuti nel 2021 (e 2020 fino al compimento del primo anno di età o del primo anno di ingresso nel nucleo familiare per adozioni e affidamenti preadottivi).

Assegno Unico per il 2021: come funziona

Entrerà in vigore dal primo luglio e per richiederlo non sarà necessario l’Isee. Si tratta di un bonus di circa 250 euro al mese che sarà erogato alle famiglie per ogni figlio a carico dal settimo mese di gravidanza al 21esimo anno di età.

Bonus asilo nido 2021: ecco le ultime notizie

Senza la presentazione dell’Isee, si potranno ottenere fino a 1.500 euro per pagare le rette degli asili nido, che siano essi pubblici o privati, e/o l’assistenza domiciliare per bambini minori di tre anni affetti da gravi patologie.

Bonus Iscro 2021: come richiederlo

Tra i Bonus Inps 2021 senza Isee c’è anche questo, pensato per i lavoratori titolari di partita Iva. Si tratta di specie di cassa integrazione che varierà tra i 250 e gli 800 euro per sei mesi. Per averne diritto, però, occorre essere lavoratori con partita Iva senza essere però iscritti ad alcun albo professionale (in caso di iscrizione di è esclusi dalla platea di beneficiari). Coloro che lo riceveranno dovranno però partecipare a dei corsi di formazione professionale gestiti dall’Anpal.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.