Cos’è il bonus terme e come funziona: le ultime

Cos'è il bonus terme e come funziona

Tra i tanti bonus erogati dal Governo per aiutare gli italiani in tempo di pandemia c’è anche il bonus terme, finalizzato a sostenere l’acquisto da parte dei cittadini di servizi termali presso gli stabilimenti termali accreditati. Si tratta dunque di un prezioso contributo da sfruttare, ovviamente rispettando la regolamentazione fissata per l’erogazione di questo incentivo.

Di seguito ecco allora alcune informazioni importanti da sapere sul bonus terme, su come fare per richiederlo e sulle caratteristiche necessarie da possedere per poterne fare un corretto uso.

Cos’è il bonus terme e come funziona

Come in parte già spiegato, con il bonus terme il cittadino può prenotare i servizi termali di proprio interesse presso uno stabilimento termale da lui prescelto. Il bonus può coprire fino al 100% del servizio acquistato, fino a un valore massimo di 200 euro. In caso di spesa che superi questa soglia, la parte eccedente sarà a carico del singolo cittadino. Il bonus coprirà infatti solo fino ai 200 euro e non oltre.

Requisiti per il bonus terme

Non servono particolari requisiti per richiederlo. A usare il bonus terme possono essere tutti i cittadini maggiorenni residenti in Italia, senza limiti di ISEE e senza limiti legati al nucleo familiare. E’ importante però che i servizi termali prescelti non siano già a carico del Servizio Sanitario Nazionale, di altri enti pubblici ovvero oggetto di ulteriori benefici riconosciuti all’utente. Il cittadino dovrà allora prenotare i servizi termali presso uno stabilimento termale accreditato di sua scelta e quest’ultimo gli rilascerà l’attestato di prenotazione che avrà una validità di due mesi (sessanta giorni). Entro quella data il cittadino dovrà necessariamente usufruire del servizio prenotato altrimenti non ne avrò più il diritto.

Come funziona il bonus terme

Il bonus terme va richiesto sul sito di Invitalia (www.invitalia.it). E’ l’Agenzia per lo Sviluppo alla quale dovrà rivolgersi l’ente termale presso il quale il cittadino ha fruito i servizi termali. Attraverso la specifica piattaforma l’ente potrà richiedere il rimborso del valore del buono utilizzato dal cittadino che ha sfruttato il bonus. Il bonus terme si presenta quindi come un altro incentivo interessante da sfruttare soprattutto in tempi delicati come questi in cui il risparmio non è mai abbastanza. Facile accedervi visto che non sono richiesti requisiti particolari come invece funziona generalmente per altri tipi di bonus erogati dallo Stato. 

Per avere maggiori informazioni potrete consultare direttamente il sito dell’Agenzia dello Sviluppo. Lì potrete trovare anche tutti i contatti da poter usare in caso di dubbi o domande.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.