Bonus mobili 2022, nuovo limite di spesa e come funzionerà

Bonus mobili 2022, nuovo limite di spesa e come funzionerà

La nuova Legge di Bilancio ha prorogato il bonus mobili per il 2022, introducendo però qualche novità, partendo dal limite di spesa che è stato modificato dal Governo. Anche per tutto il prossimo anno sarà quindi possibile usufruire di questo incentivo che consente di risparmiare sull’acquisto di mobili, ma occorrerà informarsi sulle modifiche applicate con il nuovo decreto per non incappare in brutte sorprese.

Insomma le novità sul bonus mobili 2022 sono tante e vale la pena conoscerle bene prima di decidere di sfruttare questo incentivo per l’acquisto di mobili. Ecco allora le ultime news e i nuovi limiti di spesa fissati dal Governo per chi vorrà usufruire del bonus mobili 2022.

Cos’è il bonus mobili 2022

Intanto partiamo dallo spiegare in che consa consiste questo incentivo. Il bonus mobili è una detrazione Irpef del 50% prevista per le spese sostenute per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni). Per usufruire di questo bonus occorre che l’immobile per il quale i mobili o gli elettrodomestici vengano acquistati sia oggetto di ristrutturazione. Il bonus spetta solamente se, colui che lo richiede, ha effettuato dei lavori di ristrutturazione dell’immobile al quale i mobili e gli elettrodomestici sono destinati.

Cosa cambia con il bonus mobili 2022

Come anticipato, il Governo ha modificato il limite di spesa previsto per questo incentivo, riducendolo (purtroppo) di un bel po’. Si passa infatti dall’attuale limite di spesa pari a 16.000 euro al nuovo limite di 5.000 euro. Il Governo ha ridotto di gran lunga, dunque, il tetto massimo entro cui stare con grande dispiacere da parte di chi sperava di poter usufruire al massimo anche per tutto il 2022 delle detrazioni. Le detrazioni potranno essere comunque sfruttate, ma su un importo di massimo 5.000 euro. La detrazione, secondo quanto fissato dal decreto, spetta “a condizione che gli interventi di recupero del patrimonio edilizio siano iniziati a partire dal 1° gennaio dell’anno precedente a quello dell’acquisto“.

Come funzionerà il bonus mobili 2022

Il procedimento per poter usufruire delle detrazioni previste per questo bonus resterà lo stesso. Sarà fondamentale il metodo di pagamento che dovrà necessariamente essere effettuato con bonifico o in alternativa con carta di debito o credito. Non saranno invece consentiti pagamenti con assegni bancari, contanti o altri mezzi di pagamento che non siano in qualche modo tracciabili. La detrazione si otterrà poi indicando le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi, quindi mediante il modello 730 o modello Redditi persone fisiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.