Da aprile stop al pagamento anticipato delle pensioni dopo la fine dello stato di emergenza: le ultime

Da aprile stop al pagamento anticipato delle pensioni dopo la fine dello stato di emergenza

Con il 31 marzo terminerà ufficialmente lo stato di emergenza decretato a causa del Covid 19 ma si porrà fine anche all’abitudine di riscuotere la pensione in anticipo. Si andava avanti così ormai da più di un anno e mezzo ovvero da quando il Governo, per evitare assembramenti alle Poste, aveva fissato delle regole ben precise per cui si andava a ritritare la pensione in anticipo, seguendo un preciso ordine alfabetico.

Da aprile invece si cambia. I contagi da Covid sembrano adesso non preoccupare più come un tempo e il Governo ha ritenuto non più opportuno allungare lo stato di emergenza. E così tutto tornerà piano piano alla normalità, compresa anche la modalità di pagamento delle pensioni che tornerà a essere quella di un tempo. Vediamo quindi quelle che sono le ultime notizie e le nuove regole.

Da aprile stop al pagamento anticipato delle pensioni: nuove regole

Cosa dovranno fare allora i pensionati per riscuotere la pensione a partire da questo aprile 2022? Possiamo dire che dal prossimo mese si tornerà “al vecchio” ovvero al pagamento secondo le regole di un tempo. Poste Italiane ha comunicato che a partire dal mese di aprile sarà ripristinato il normale calendario di pagamento delle pensioni. Cosa cambierà nel dettaglio?

Quando si riscuoterà la pensione da aprile 2022

Per coloro che sono titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution le pensioni torneranno ad essere accreditate regolarmente dal primo giorno del mese. Bisognerà però comunque rispettare un ordine alfabetico che però non consentirà più di ritirare le pensioni in anticipo ma “solo” dal 1° al 6 del mese in corso. Ricapitolando: l’ordine alfabetico rimane, questo al fine di evitare resse e confusione agli sportelli postali. Ma la settimana buona per riscuotere non sarà più l’ultima del mese precedente, bensì la prima del mese in corso. Facciamo un esempio per essere più chiari. Dal prossimo mese di aprile, la pensione di maggio sarà riscuotibile nella prima settimana di maggio secondo ordine alfabetico prestabilito e non più nell’ultima settimana di aprile. Lo stop alla riscossione delle pensioni anticipate dunque è servito. 

Da venerdì 1° aprile, ancora, i titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution potranno prelevare i contanti dagli 8mila Atm Postamat in Italia, senza bisogno di recarsi allo sportello. 

In questo periodo di cambiamento, in cui alcune cose potrebbero non essere chiare, Poste Italiane ha messo anche a disposizione un numero verde da poter contattare per chiedere maggiori informazioni. E’ lo 800 00 33 22.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.