Prima pagina Gazzetta dello sport, Milan agguanta il Barcellona in extremis

La prima pagina de La Gazzetta dello sport di oggi, 14 settembre 2011, è dedicata al Milan che ieri sera al suo debutto in Champions ha fatto il colpaccio. Non è riuscita l’impresa che qualcuno aveva sognato dopo i primi minuti e il gol di Pato, ma il pareggio arrivato al foto finish grazie a un gol di Thiago Silva può bastare se sta giocando in casa del Barcellona. E così vissero tutti felici e contenti e si torna a casa, pensando già alla gara di domenica da preparare. C’è da godersi però questo pareggio perchè arriva dopo una gara difficile: il clima di ieri era quello di una giornata di agosto, un umido da tagliare le gambe anche ai giocatori al meglio della preparazione. Aggiungiamoci che l’avversario era il Barça e che giocava in casa, il Milan non può che essere soddisfatto. Ma vediamo la prima pagina.

prima pagina gazzetta dello sport 14 settembre
Gazzetta dello sport

Prima pagina Gazzetta dello sport oggi, 14 settembre 2011

La mini impresa del Milan- non sono arrivati i 3 punti ma ne è arrivato uno solo che vale oro. La partita tra Barcellona e Milan si è chiusa ieri con il risultato di 2 a 2 ma per i ragazzi di Allegri questo punto vale davvero tanto. E’ arrivato al 92esimo minuto grazie al gol di Thiago Silva che con un colpo di testa dei suoi l’ha messa dentro. Difficile sapere dove abbia trovato le energie per saltare più in alto di tutti ma alla fine ce l’ha fatta.

Stasera tocca a Inter e Napoli- il mercoledì di Champions vedrà scendere in campo la squadra di Mazzarri che è volata a Manchester per affrontare il City e quella di Gasperini che invece scenderà in campo contro gli sconosciuti del Traznospor. La sfida più difficile è sicuramente quella che attende la squadra di Mazzarri al ritorno in champions dopo ben 21 anni.

Non ci resta che seguire le gare questa sera: in tv potremo vedere il Napoli.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.