La rassegna stampa dopo il derby: ecco le prime pagine dei giornali

Rassegna stampa 8 ottobre 2012– Finirà in prima pagina la disfatta del Milaan che non ha saputo recuperare un gol di svantaggio e viene battuto dall’Inter nell’importantissimo derby giocato ieri sera? Si, finisce sulle prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi la disfatta di un Milan che non ha saputo recuperare un gol neppure restando in superiorità numerica per gran parte della gara. Complici anche gli errori arbitrali, con un gol di Montolivo annullato senza un perchè, il Milan cede di fronte a un’Inter che di certo non ha le carte in regola per essere l’antujuve, o almeno ieri sera non lo ha dimostrato. L’unico merito dei ragazzi di Stramaccioni è quello di averci creduto a differenza del Milan scoraggiato e privo di idee in attacco. Ma più che meriti dell’Inter ieri sono stati i demeriti della squadra di Allegri che senza il carattere non andrò lontano.

La rassegna stampa di oggi dopo il derby vinto dall’Inter

La Gazzetta dello sport mette in prima pagina la gioa di Samuel che è sicuramente l’uomo del match considerando che è suo il gol che porta in vantaggio l’Inter. L’argentino nella sua carriera ha giocato ben 10 derby e li ha vinti tutti. Un portento! Moratti ringrazia Stramaccioni e lo paragona a Mourinho, ma questa sinceramente non sembra l’Inter del Triplete.

Piccolo spazietto sulla prima pagina del Corriere dello sport che preferisce invece dare più rilievo al Napoli e alla Juve; ieri infatti la squadra di Mazzarri vincendo contro l’Udinese riaggancia la Juve in testa. Torniamo al derby però: partita decisa dagli episodi: un gol di Samuel, un gol annullato al Milan e Allegri che se la prende con l’arbitro. Non ha forse tutti i torti.

E piccolo spazietto anche sulla prima pagina di Tuttosport che ovviamente celebra invece la vittoria della Juve contro il Siena. Si parla di una “StraInter” mentre per Allegri sono guai. Il derby viene vinto dai nerazzurri mentre il Milan sprofonda negli abissi dell’inferno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.