Processo breve, il Governo tenta la mossa a sorpresa

Colpo a sorpresa della maggioranza che, approfittando della questione Lampedusa che distoglie l’attenzione, ha ottenuto l’inversione dell’ordine del giorno alla Camera per aprire la strada a una legge che urge dalle parti di Arcore, il famigerato processo breve. Immediata si è levata la protesta dalle opposizioni. “Vergogna, vergonga” hanno scandito i deputati dai banchi della minoranza.

Le contromisure sono per fare ostruzionismo sono subito state pensate. “C’è la possibilità su ogni emendamento di fare intervenire per 30 secondi metà dei deputati di ciascun gruppo in dissenso dal gruppo stesso” dicono dall’Italia dei Valori, mentre il capogruppo Pd, Dario Franceschini, attacca duramente: “Questa è l’ultima delle vergogne, se non avete la forza morale di fermarvi, almeno provate vergogna per un’altra pagina nera della Repubblica”. Un grave richiamo Franceschini lo rivolge anche alla Lega, affermando che con questo “processo breve” ha l’unico obiettivo di tutelare Berlusconi dai suoi processi, “ma le conseguenze immediate saranno che migliaia di processi rischiano la prescrizione e saranno liberati anche imputati di rapina o violenza sessuale. Ma di fronte al presidente del Consiglio le rapine e le violenze non contano e vi comportate da servitori fedeli”. “Cosa andrete a dire ai popoli padani?” chiede il capogruppo.

Di azione vergognosa parla anche Pierferdinando Casini dell’Udc, precisando il reale valore di questa legge: tutelare il Premier.

Intano per oggi alle 18 il Pd ha indetto in sit-in di protesta davanti alla Camera, al quale parteciperanno i dirigenti del partito e anche Bersani. “Abbiamo capito stamattina a cosa serve il viaggio di Berlusconi a Lampedusa: serve a togliere i riflettori da qua, dove per salvare una sola persona si buttano a mare centinaia di processi” ha detto il leader democratico.

Per il Ministro Alfano si tratta di una “indignazione programmata”. Il Pd avrebbe manifestato comunque, anche sulla legge comunitaria con la responsabilità civile per i magistrati, in programma oggi.

Giuseppe Procida

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.