Referendum: l’intervento dell’ Agcom raddoppia le campagne pubblicitarie

Dopo le innumerevoli polemiche che hanno attanagliato il prossimo referendum, che ci vedrà conivolti in ben 4 referendum abrogativi, tra cui quello del nucleare, arriva l’intervento dell’ Agcom a favore di una maggiore pubblicizzazione delle modalità e dei quesiti proposti dal referendum.

Ricordiamo che la campagna referendaria, è stata giudicata da molti poco pubblicizzata, in quanto in gran parte delle reti nazionali, andava in onda solo in tarda serata o al mattino molto presto, evitando le fasce in prima serata o quelle con maggior affluenza. Pertanto, l’ Agcom ha ritenuto opportuno un suo intervento che vedrà la Rai impegnata in un potenziamento della campagna pubblicitaria. Si parla di un  incremento che vedrà un totale di 6 ore giornaliere per ciascuna delle 3 reti principali, suddivise in 18 appuntamenti ed altre 4  saranno le ore dedicate, su altre reti Rai come Rai 4, Rai 5, Rai Movie , Rai Premium e Rai Storia. Oltre a questo,  la Rai promette un appuntamento fisso dedicato sempre al referendum in onda alle 19.50 su Rai 3.

A questo punto non rimane altro che chiedersi cosa faranno le reti Mediaset a riguardo, o se a tale intervento dell’ Agcom susseguirà un qualche intervento da parte delle reti private nazionali.

Ad ogni modo, questo intervento seppur possa sembrare finalmente una iniziativa congrua e degna di nota, in quanto non è molto corretto proporre un referendum per poi non essere adeguatamente pubblicizzato, il problema permane in quanto non  è da meno considerare che tale intervento sia stato fatto solamente pochi giorni prima degli appuntamenti referendari. Difatti alle grandi giornate, che ci vedranno impegnati in questioni molto importanti per noi tutti cittadini, mancano davvero pochissimi giorni.

3 responses to “Referendum: l’intervento dell’ Agcom raddoppia le campagne pubblicitarie

  1. domenica e lunedi 12 e 13 giugno andiamo a votare è nostro diritto tutelarci la salute,pensiamo ai nostri bambini che stanno crescendo l italia è una nazione altamente sismica, un incidente nucleare sarebbe la fine di chi abita vicino questi siti .votiamo un si per,dire no al nucleare vogliamo vivere senza paura che esploda come è successo in giappone e a cernobil dove sono morti migliaia di persone.VOTIAMO UN BEL SI APPELLO DI UNA MAMMA CHE AMA LA VITA DEI SUOI BAMBINI!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.