E’ arrivata la condanna: Francesco Schettino 16 anni e un mese in carcere

Dopo ore di attesa la sentenza è arrivata. Ed è arrivata anche la notizia che Francesco Schettino non avrebbe mai voluto sentire. Due anni fa la Costa Concordia naufragava e da quel momento la sua vita, come quella di decine di famiglie, è cambiata. L‘ex comandante Francesco Schettino è stato condannato a 16 anni di reclusione e 1 mese di arresto nel processo di primo grado per il naufragio della Costa Concordia. Schettino non è in aula, ha ascoltato la sentenza dalla sua stanza d’albergo a Grosseto. Secondo i suoi legali avrebbe la febbre. La procura, per il comandante, aveva chiesto 26 anni e 3 mesi di arresto. Schettino è stato anche interdetto per 5 anni come comandante di nave e condannato all’interdizione perpetua dai pubblici uffici.

Nel naufragio, avvenuto il 13 gennaio 2012 davanti all’isola del Giglio, morirono 32 persone tra passeggeri e membri dell’equipaggio. Al momento della lettura della sentenza Schettino non era in aula. Nessun italiano potrà mai dimenticare quella tragica notte, quella nave che tanto ricordava il Titanic. E nessuno dimenticherà le telefonate, le urla, i video di chi riprendeva le ultime ore della sua vita. Una tragedia come ne capitano una ogni 100 anni e purtroppo lo scenario è stato nel nostro paese e ci ha lasciati una tristissima eredità. La morte di 32 persone, il cadavere dell’ultima vittima è stato ritrovato solo poche settimane fa a tre anni dalla tragedia.

Questo comunque è solo l’inizio. Ricordiamo che si tratta del processo di primo grado.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.