Senigallia: tenta di accoltellare la sua ex e un amico, poi si suicida gettandosi nel vuoto

Un altro dramma poche ore fa a Senigallia, in provincia di Ancora. Non sopportava la fine della relazione con la fidanzata: per questo un 21enne di Senigallia (Ancona) ha accoltellato lei e un amico, per poi suicidarsi lanciandosi nel vuoto. E’ questa la prima ricostruzione che è stata fatta in seguito all’accaduto di oggi. 

Il giovane è morto sul colpo, l’amico della ragazza è ricoverato in ospedale ma non in pericolo di vita e la donna è stata dimessa. L’uomo ha aggredito i due in un condominio poco lontano dal centro storico della cittadina, nell’appartamento dove la sua ex vive con i genitori. La notizia è stata diffusa questa mattina ma il fatto sarebbe accaduto ieri sera intorno alla mezzanotte. Non sono state rese note le identità delle tre persone  coinvolte in questa storia. L’intero paese è sotto choc per quello che è accaduto.

PER IL LEGALE DELLE DUE VITTIME QUELLO CHE E’ SUCCESSO NON ERA FACILMENTE PREVEDIBILE

Ancora una volta a quanto pare, quello che è accaduto è la sorta di una cronaca di un fatto annunciato anche se però non si pensava che sarebbe successo questo dramma. Lo spiega anche il legale delle due vittime di questa storia che per fortuna non sono in pericolo di vita. Poteva davvero essere tragico il bilancio, se la persona morta avesse compiuto il suo intento, quello di uccidere anche la sua ex e il suo amico.

“I fatti drammatici occorsi in via Podesti sono l’epilogo di una vicenda già segnalata formalmente alle forze dell’ordine e che difficilmente avrebbe fatto prevedere un esito così rapido e funesto”, ha affermato Roberto Paradisi, legale dei giovani accoltellati. “Se vi è una cosa da dover comunque subito chiarire – ha aggiunto – è la reale e rapida risposta che, in queste settimane, polizia e carabinieri hanno sempre garantito alla ragazza, che era vittima di atti persecutori, ogni qualvolta si sono registrati fatti di potenziale pericolo. Certamente quello che è successo non era assolutamente prevedibile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.