La lettera di Veronica Panarello a Mattino 5: la mamma di Loris si proclama ancora innocente (VIDEO)


A pochi giorno dal ritorno in aula, si parla ancora una volta in tv dell’omicidio del piccolo Loris Stival. Veronica Panarello, la madre del bambino, è in carcere in attesa del processo d’appello. La donna continua a proclamare la sua innocenza e lo fa ancora una volta con una lettera che ha scritto in risposta a quella di una giornalista di Mattino Cinque. Nella puntata del programma di Canale 5 in onda il 28 settembre 2017, la giornalista di Mediaset spiega di aver scritto una lettera a maggio alla mamma del piccolo Loris, una lettera in cui le poneva molte domande visto che ancora oggi ci sono molto dubbi su questa vicenda e tanti interrogativi restano da sciogliere. Veronica Panarello, nella sua lettera, risponde che non vuole dire nulla sul quel maledetto giorno di novembre, il giorno in cui il suo bambino è stato ucciso. Per i giudici è lei l’assassina mentre Veronica, anche con questa lettera, si dichiara innocente. Le fa troppo male tornare con i ricordi a quel maledetto giorno per cui non vuole rispondere alle domande. La giornalista di Canale 5 nella sua lettera le chiede anche come stia. La donna risponde che di certo non può stare bene: tutti la credono colpevole, nessuno vuole credere che non è lei l’assassina di suo figlio.

C’è però una speranza che la fa andare avanti: la speranza di dimostrare a tutti di essere innocente. Forse prima o poi, avrà la sua giustizia e poi la voglia di poter riabbracciare il suo bambino più piccolo. 

LA LETTERA DI VERONICA PANARELLO ALLA GIORNALISTA DI MATTINO 5

“Un giorno o l’altro mi crederanno. Non sono una lucida assassina né una criminale, così come scritto nella sentenza. Non mi perdonerò mai di non avere protetto Lorys”

Queste le parole di Veronica nella lettera ricevuta da Agnese Virgillito. La donna spiega di sapere bene cosa pensa la gente di lei e cosa pensano anche i giudici visto che in primo grado l’hanno condannata. La dipingono come un mostro ma lei non lo è. 

PER VEDERE IL SERVIZIO CON LA LETTERA DI VERONICA PANARELLO CLICCA QUI 

Leggi altri articoli di Ultimissime

Commenta l'articolo