Torino, donna resta incastrata sotto il divano per recuperare il cellulare: arrivano i Pompieri

Il cellulare, croce e delizia delle nostre giornate, non possiamo davvero più farne a meno. Non ci rendiamo però conto, molto spesso, che può causarci anche dei problemi. Nella maggior parte dei casi quando siamo in macchina ma anche quando siamo al sicuro nelle nostre case. Ne sa qualcosa una donna di Torino alla quale il cellulare è caduto sotto il divano. La donna, secondo riportano i media locali, nel tentativo di recuperare il suo cellulare caduto appunto sotto il divano sarebbe rimasta incastrata tanto che nella sua abitazione sono arrivati i Vigili del fuoco per provare a liberarla. Quando i pompieri sono arrivati sul posto, hanno trovato la donna con il braccio incastrato, un movimento sbagliato avrebbe potuto persino causare la rottura dell’arto. 

RESTA INCASTRATA NEL DIVANO PER RIPRENDERE IL SUO CELLULARE: SUCCEDE IL 23 GENNAIO 2018 A TORINO-Per fortuna la donna, una 40enne torinese, non era da sola in casa al momento in cui è rimasta incastrata nel divano. I suoi familiari però non sono riusciti ad aiutarla. La donna continuava infatti a dire che in ogni movimento che cercavano di fare per liberarla, sentiva rumore. Alla fine quindi i suoi familiari hanno dovuto chiamare i soccorsi e sul posto sono arrivati anche i vigili del fuoco. Gli agenti hanno iniziato a smontare alcune parti del divano mentre la signora provava a raccontare come aveva fatto a restare incastrata. Per fortuna alla fine la signora ha riavuto il suo cellulare ma soprattutto il suo braccio anche se è stata portata al pronto soccorso per ricevere le cure del caso. Immaginiamo che la prossima volta prima di infilare il braccio sotto il divano ci penserà bene…

Una storia che ci deve anche far riflettere su quanto stia diventando indispensabile nelle nostre vite il cellulare tanto da non renderci conto delle conseguenze di alcuni nostri gesti. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.