Omicidio-suicidio a Torino: ammazza la moglie e poi si toglie la vita

Ennesimo caso di cronaca nera che dobbiamo purtroppo raccontarvi. Le ultime notizie questa volta arrivano da Torino: un uomo ha ucciso sua moglie e poi si è tolto la vita, per chi indaga non ci sono dubbi si tratta di un caso di omicidio-suicidio. Al momento le forze dell’ordine stanno cercando di capire quando il fatto sia accaduto, il ritrovamento risale alla serata di ieri ma i due potrebbero essere morti anche prima.

E’ accaduto in un palazzo di via Signorini, tra Regio Parco e Barriera di Stura, a due passi dal Parco Della Confluenza. Si tratta di due anziani coniugi, Norberto Ranauro e Luciana Savonitto. Sono stati trovati in serata, 5 aprile. I vicini hanno spiegato che la coppia viveva dei momenti difficili a causa della malattia di Luciana, che aveva l’Alzheimer. Una vicina ha avvisato la polizia non riuscendo a mettersi in contatto con i due signori. Li aveva visti anche nel pomeriggio dopo una passeggiata e le avevano detto che andava tutto bene. Ma a quanto pare le cose non stavano come il signor Norberto faceva vedere a chi stava intorno a lui. E in effetti il biglietto di addio che l’uomo ha lasciato in casa, spiega i motivi di questo gesto. 

TORINO UCCIDE SUA MOGLIE E POI SI TOGLIE LA VITA: IN CASA RITROVATA UNA LETTERA DI ADDIO

Nella casa della coppia è stata trovata una lettera nella quale l’uomo ha spiegato di non riuscire più a sopportare il dolore e le difficoltà della vita aggravate dalla malattia della moglie. L’omicida-suicida, che ha usato una pistola Beretta regolarmente denunciata, ha anche ucciso il loro gatto. L’uomo ha voluto lasciare tutto, stanco probabilmente di una situazione difficile da sostenere. Ha scelto lui per tutti e lo ha fatto togliendo prima la vita a sua moglie e poi suicidandosi. 

2 responses to “Omicidio-suicidio a Torino: ammazza la moglie e poi si toglie la vita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.