Cotto e Mangiato, ricette: bucce di patata fritte

La ricetta di oggi di Cotto e Mangiato sono le bucce di patata fritte.

Terzo appuntamento con la nuova edizione di Cotto e Mangiato che vede protagonista ai fornelli Tessa Gelisio al posto di Benedetta Parodi e, quindi, terza ricetta facile e veloce. Abbiamo già anticipato che tra le ricette di Cotto e Mangiato oggi, 5 ottobre 2011, dobbiamo aggiungere la ricetta delle bucce di patata fritte. No, non si tratta di un errore e non dobbiamo di certo buttare via la polpa delle patate, quella possiamo utilizzarla per altre ricette sfiziose. Tessa Gelisio innanzitutto ha precisato che le patate che dobbiamo utilizzare possono essere sia a pasta gialla che rossa, ma non devono presentare un colore verde, né tantomeno avere germogli o bozzi. Passiamo adesso alla preparazione, gli ingredienti molto probabilmente li abbiamo già tutti in casa.

Cotto e Mangiato, le altre ricette di Tessa Gelisio

Bucce di patata fritte

Ingredienti

Patate, farina, olio di arachidi, sale.

Preparazioni bucce di patata fritte

Laviamo molto bene le patate e poi le sbucciamo facendo in modo di ottenere delle striscette di buccia sottili e più o meno della stessa larghezza e lunghezza. In una padella versiamo l’olio di arachidi (Tessa suggerisce questo tipo di olio per le fritture) e per sapere se è caldo al punto giusto lasciamo cadere un pizzichino di farina, se fa le bolle è pronto.

Intanto, passiamo le bucce nella farina e poi le friggiamo nell’olio bollente. Giriamo e rigiriamo, due minuti di cottura e adagiamo le bucce, il più possibile prive di olio, su carta assorbente. Mettiamo poi le bucce in una ciotolina, condiamo con un po’ di sale e serviamo.

Di certo è una ricetta velocissima e sfiziosa, davvero economica perché c’è da considerare solo il costo dell’olio.

One response to “Cotto e Mangiato, ricette: bucce di patata fritte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.