Angelina in cucina, la ricetta della pasta alla Michelle

Buona domenica a tutti! Eccomi qui, nuovamente pronta per “la ricetta del weekend”, spero che anche a voi piacerà, tanto quanto piace a me. Lavorando in un negozio di “Delicatessen e alti cibi” a Londra, il venerdì sera proponiamo il classico “aperitivo all’italiana”, per fare assaggiare i prodotti con i quali lavoriamo, al popolo britannico, quindi cerco di preparare ogni settimana molte ricette diverse, includendo in queste, molti dei prodotti tipici italiani che tutti noi adoriamo (con le quali gli inglesi si leccano sistematicamente i baffi). Devo dire che sono molto fortunata di cucinare in un posto così, perché ho a disposizione una gran varietà di ingredienti li, a portata di…mestolo, e posso sbizzarrire la mia fantasia in cucina come voglio.

Oggi vorrei proporvi una ricetta che è nata un po per caso, vista la mia grande soddisfazione nel mischiare prodotti sempre diversi e sperimentare gusti a volte anche “al limite”. Si tratta della mia pasta “alla Michelle”, che prende appunto il nome da una delle mie colleghe/amiche, che, appena assaggiata, se ne è completamente innamorata. Gli ingredienti, anche in questo caso, possono davvero essere quelli che abbiamo nel frigo, anche questa ricetta si presta a molte varianti.

Per la mia ricetta “originale”, occorrono:

-250 g di maccheroni (o qualsiasi altro formato, ma mi sentirei di sconsigliare gli spaghetti o la pasta fresca lunga, tipo tagliolini o tagliatelle, peró ad esempio i garganelli sarebbero perfetti);
– 1 scalogno o mezza cipolla piccola;
– Un bicchiere di panna fresca, circa 125 ml,
– la scorza di un limone grattuggiata e 2 cucchiai del succo;
– 100g di speck tagliato spesso mezzo cm (che si può sostituire con del prosciutto cotto);
– 4 cucchiai di pecorino sardo (ma va benissimo anche il parmigiano, e se volete anche metterne di più, avete la mia totale approvazione! )
– olio, sale, pepe e una punta di cucchiaino di noce moscata quanto basta.

Fate bollire l’acqua in una pentola con del sale grosso e cuocete la pasta che avete scelto per la ricetta, tenendola al dente. Se avete scelto della pasta fresca, mettete solo dell’acqua a bollire e cuocetela alla fine della ricetta, visto che richiede giusto 2/3 minuti di cottura.
Prendete una padella antiaderente e mettete l’olio a soffriggere con lo scalogno tritato finemente, ma non troppo. (Per intenderci, non deve “sciogliersi” completamente nell’olio). Fate attenzione a non bruciarlo.
Prendete la fetta di speck e tagliatela a striscioline o a cubettini, a seconda dei vostri gusti.
Mettete quindi lo speck a rosolare un paio di minuti nell’olio e scalogno e mescolate. Finita questa operazione, abbassate al minimo la fiamma, unite allo speck la panna, la buccia del limone ed il succo. Mescolate per un minuto, tenete conto che il composto non deve rapprendersi troppo, deve rimanere una crema. Aggiustate di sale e pepe, ricordandovi che dovrete poi ancora aggiungere il pecorino. Grattate quindi il formaggio da una parte, mischiandolo delicatamente con una abbondante grattata di pepe ed una di noce moscata. Scolate la pasta e fatela saltare, lontano dal fuoco, per 1 minuto, nella pentola del sugo, finche tutti gli ingredienti si saranno amalgamati assieme.
Impiattate così la vostra pasta, finendo il piatto con una manciata di pecorino o grana “agli odori” che avete ottenuto in precedenza et voilà! Il vostro piatto è pronto!

Fatemi sapere se la ricetta vi è piaciuta, e se avete domande o volete consigli, non esitate a chiedere!

Buona domenica e buona cucina a tutti!

Angelina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.