Ecco perché il tuorlo dell’uovo sodo diventa verde

Vi è mai capitato di trovare il tuorlo dell’uovo sodo di colore verde? Esiste una spiegazione scientifica a questo particolare fenomeno. Il verde attorno al tuorlo dell’uovo sodo è solfuro di ferro e si forma in seguito alla reazione chimica tra il ferro contenuto nel tuorlo e il solfuro di idrogeno contenuto nell’albume. Non a caso la parte verde compare proprio nella zona di contatto tra albume e tuorlo. Il ferro è legato alla fosvitina, una proteina del tuorlo. Le proteine sono delle molecole costituite da lunghe catene amminoacidiche. Nelle uova crude queste catene assumono delle forme molto particolari e permettono la crescita del pulcino. Nel momento in cui l’uovo viene bollito, queste proteine si allungano e il ferro si stacca dalla fosvitina. Lo stesso ragionamento vale per il solfuro di idrogeno, anch’esso contenuto nelle proteine ma questa volta in quelle dell’albume. Il ferro e il solfuro di idrogeno vengono rilasciati solo se le uova vengono cotte troppo a lungo a temperature elevate. Infatti con la temperatura di bollitura (100° C) e la cottura prolungata favoriscono la scissione del solfuro di idrogeno presente nell’albume che si combina poi con il ferro contenuto nel tuorlo formando solfuro di ferro.

Le 5 cose da non buttare mai nel water – ciclica qui

Ma mangiare la parte verde fa male? Assolutamente no. Da un punto di vista nutritivo la formazione del solfuro di ferro altera solo in una piccolissima parte la quantità di ferro. Non è necessario eliminare la parte verde dell’uovo sodo poiché non causa alcun problema di salute. Tuttavia per evitarne la formazione è sufficiente cuocere l’uovo correttamente. Ricordate i tempi di cottura per avere delle uova perfettamente rassodate? Vi rinfreschiamo noi la memoria: 9-10 minuti se immergete l’uovo direttamente nell’acqua bollente oppure 8-9 dal momento in cui l’acqua inizia a bollire se avete immerso le uova in acqua fredda. Se seguirete questi consigli, la parte verde non si formerà. Ma sia bene chiaro: se dovesse comparire, potremmo mangiare tranquillamente l’uovo senza correre alcun pericolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.