Niente più lacrime tagliando le cipolle, i metodi per non piangere

La cipolla ha tanti pregi e qualità, è indispensabile in cucina e ha delle benefiche proprietà ma sicuramente ha un difetto: quello di farci piangere quando la tagliamo. Ci sono però dei modi per evitare di piangere quando tagliamo la cipolla. Il vostro piatto preferito resta la frittata di cipolle o l’insalata di cipolle ma evitate sempre di cucinarle perché i vostri occhi sono altamente sensibili? Come ovviare a questo problema o meglio come fare per non piangere quando tagliamo le cipolle? Per prima cosa cerchiamo di capire perché succede questa strana reazione quando tagliamo le cipolle e perché siamo così sensibili al loro odore.

AFFETTARE LE CIPOLLE SENZA PIANGERE

La cipolla contiene un enzima o meglio un gas che si propaga nell’aria quando la tagliamo e reagisce in questo modo arrivando ai nostri occhi e ai nostri neuroni sensoriali che si attivano e ci fanno piangere. 

Ecco come possiamo affettare le cipolle evitando di piangere e di lacrimare a più non posso. Per prima cosa prendete le vostre cipolle e tagliatele a metà e inseritele in una ciotola con dell’acqua per almeno 10 minuti. L’acqua deve essere fredda. Facendo così eviterete di lacrimare nel tagliarle ancora perché l’enzima non reagisce subito anzi rallenta. 

Un altro valido metodo è quello di porle in freezer sempre sbucciate e lasciarle per 15 minuti. Il risultato sarà quello di affettarle successivamente senza lacrime. Se siete di fretta e non potete aspettare allora vi consigliamo di bagnare più volte la lama del coltello con cui tagliate le cipolle, in modo da non far accumulare il succo della cipolla sul coltello. 

Tagliare sotto l’acqua corrente è un’alta soluzione che vi porterà a non lacrimare. Raccomandiamo sempre acqua fredda e non calda altrimenti sarebbe peggio, vi ritrovereste con delle cipolle cotte e i vostri occhi in lacrime.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.