Cottura a vapore: 5 consigli per non sbagliare

cottura a vapore, i consigli da seguire

Come cucinare a vapore senza sbagliare? Ci sono dei consigli che vi torneranno molto utili quando utilizzerete la cottura a vapore per cuocere gli alimenti. Questo metodo viene scelto in cucina solitamente per preparare le verdure, in modo da mantenere i loro benefici. Non è solo questo l’unico risultato positivo che noterete. Infatti, avrete la possibilità di risparmiare il tempo in cucina. Per evitare di commettere errori, è bene seguire determinati consigli, attraverso i quali riuscirete a compiere un lavoro efficace e veloce. Dunque, se avete deciso di ricorrere alla cottura a vapore, tenete a mente questi cinque accorgimenti molto utili.

Consigli sulla cottura a vapore: come non sbagliare

a vapSi può sbagliare in cucina, capita spesso. Ma se seguiamo i consigli giusti, riusciremo a evitare gli errori. Ed è il caso della cottura a vapore. Questo metodo per cuocere gli alimenti è di origine orientale e vi permetterà di cucinare preservando al meglio le varie caratteristiche nutrizionali e benefiche. Perfetto per la cottura delle verdure, questo antico sistema ha numerosi vantaggi da sfruttare. Per ottenere i risultati sperati non è necessario mettere in pratica chissà quale passaggio. I cinque consigli sulla cottura a vapore sono molto semplici da seguire e sicuramente non vi deluderanno. Vediamo ora insieme nel dettaglio quali sono questi accorgimenti da tenere a mente.

  • Quando cuociamo a vapore ricordiamo di dosare bene il liquido della pentola sottostante. Infatti, l’acqua non dovrebbe mai entrare a contatto con le pietanze che abbiamo inserito nel cestello. È necessario che sia sufficiente, con lo scopo di non far evaporare completamente prima di concludere l’ultima cottura.
  • Non dimentichiamo di coprire il tutto utilizzando un coperchio, con il fine di evitare la dispersione del vapore.
  • Prima della cottura è possibile aromatizzare l’acqua per dare sapore e profumo ai nostri piatti. Aggiungiamo, pertanto, spezie o erbe aromatiche.
  • È possibile usare la vaporiera in bambù, utilizzata frequentemente nella cucina asiatica, anziché il comune cestello in acciaio. Questo strumento deve essere posizionato su una normale pentola. In alternativa, anche un treppiedi. In commercio esistono vari modelli, ad esempio quello a più piani sovrapposti, ideale per cuocere contemporaneamente varie pietanze.
  • Quando terminate la cottura a vapore, se abbiamo intenzione di consumare subito le pietanze, è bene sciacquare gli alimenti in acqua fredda, così da evitare che continuino a cuocere.

E voi che metodi usate per la cottura a vapore? Avete già qualche consiglio utile da condividere con noi? Fatecelo sapere nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.