Strudel di mele, il dolce di Barbara De Nigris per le ricette E’ sempre mezzogiorno

La ricetta dello strudel di mele tradizionale di Barbara De Nigris è il dolce E’ sempre mezzogiorno di oggi 4 novembre 2020. Un dolce della tradizione che Barbara De Nigris presenta in modo perfetto tra le ricette E’ sempre mezzogiorno. Prepara la pasta matta sottilissima, prepara il ripieno di mele con uvetta, pinoli, cannella, zucchero, scorza di limone e altro. Infine la cottura perfetta divisa in due tempi per ottenere lo strudel di mele croccante fuori e poi cuocere benissimo le mele dentro. Ecco tra le ricette dolci di E’ sempre mezzogiorno la ricetta dello strudel di mele di oggi.

RICETTE E’ SEMPRE MEZZOGIORNO OGGI 4 NOVEMBRE 2020 – LA RICETTA DELLO STRUDEL DI MELE DI BARBARA DE NIGRIS

Ingredienti: li trovate nelle foto in basso

Preparazione: normalmente si usano le mele golden vecchie che sbucciamo e tagliamo a dadini, mettiamo in una ciotola a macerare con uvetta ammorbidita nel rum, la cannella, scorza di limone grattugiata, zucchero.

Barbara prepara la pasta matta: nella ciotola impastiamo la farina con l’uovo, uniamo l’acqua, l’olio di semi e il pizzico di sale. Lavoriamo il tutto prima con la forchetta e poi impastiamo con le mani. Otteniamo una pasta molto elastica e poi stendiamo sottile, molto sottile, deve risultare trasparente. Facciamo sciogliere il burro nel pentolino.

Spennelliamo il burro fuso sulla sfoglia, ne teniamo un po’ da parte: Aggiungiamo sulla sfoglia il pane grattugiato. Possiamo anche usare i biscotti sbriciolati invece del pane grattugiato ma in questo caso mettiamo meno zucchero nelle mele.

Tostiamo i pinoli in padella. Aggiungiamo le mele macerate sulla sfoglia, distribuiamo bene, aggiungiamo adesso i pinoli. Chiudiamo bene partendo prima dai bordi che ripieghiamo verso l’interno, poi arrotoliamo e abbiamo lo strudel. Spennelliamo con il burro fuso messo da parte. 

Mettiamo nella teglia da forno e facciamo cuocere a 180 gradi per 20 minuti, poi abbassiamo a 170 gradi per altri 20 – 30 minuti. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.