Vellutate a La prova del cuoco 16 novembre, Gian Piero Fava le fa con carote, patate e broccoli

Gian Piero Fava aggiunge alle ricette La prova del cuoco di oggi 16 novembre 2017 la ricetta delle vellutata arancione con carote e patate dolci e la ricetta della vellutata verde con patate e cime di rapa o broccoli. Primo round della gara dei cuochi e il tema di oggi sono le vellutate. In cucina in sfida ci sono Ivano Ricchebono e Gian Piero Fava, tutte vellutate, quattro ricette La prova del cuoco davvero semplici. Ognuno può fare la vellutata con gli ingredienti che preferisce ma il consiglio dei cuochi è quello di aggiungere sempre la patata. Nella ricetta della vellutata Fava aggiunge la panna al momento di frullare mentre Ricchebono preferisce l’olio. Ecco le ricette delle vellutate di oggi di Gian Piero Fava da La prova del cuoco del 16 novembre 2017.

Vellutate arancione di carote e patate dolci e verde La prova del cuoco 16 novembre 2017

Ingredienti e preparazione vellutate La prova del cuoco: facciamo una base di scalogno tritato in pentola con un po’ di olio, aggiungiamo le carote e le patate dolci arancioni tagliate a dadini. Lasciamo brasare e poi aggiungiamo il brodo fatto con sedano carota, cipolle, sale e pepe in grani.  A fine cottura frulliamo il tutto aggiungendo un po’ di panna.

In un’altra pentola facciamo brasare lo scalogno con un po’ di olio poi aggiungiamo in questo caso le patate a dadini. Saliamo e aggiungiamo il brodo vegetale. In padella cuociamo le cime di rapa o broccoli con olio, aglio, peperoncino, saliamo. Uniamo i broccoli alle patate, frulliamo il tutto aggiungendo un po’ di panna.

Capperi alici e pomodoro secco, condiamo con questi ingredienti tritati le bruschette da aggiungere alla vellutata verde. Alla vellutata arancione aggiungiamo invece il guanciale tostato in padella e anche un po’ di pepe. Alla prossime ricette La prova del cuoco di Fava e gli altri chef in cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.