Cupola di ziti con sorpresa di Andrea Mainardi, la ricetta Cotto e Mangiato

Non perdete le ricette Cotto e Mangiato suggerite da Andrea Maianrdi, sono senza dubbio le più golose e oggi la ricetta che vi suggeriamo è la cupola di ziti con sorpresa. E’ una ricetta Cotto e Mangiato semplice ma occorre un po’ di pazienza per preparare questo delizioso primo piatto. Ziti, prosciutto cotto, besciamella, formaggio grattugiato ma Mainardi aggiunge anche i pomodori secchi e la robiola, alla fine anche il pane grattugiato. In questo periodo che siamo tutti in casa abbiamo il tempo per metterci tutti in cucina e preparare la cupola di ziti di Andrea Mainardi. Non perdete le altre ricette Cotto e Mangiato, le altre ricette suggerite dal bravissimo e simpaticissimo chef.

RICETTE COTTO E MANGIATO – CUPOLA DI ZITI CON SORPRESA

Ingredienti cupola di ziti di Andrea Mainardi: 300 g di ziti, 1 fetta di prosciutto di Praga alta 1 cm, 1 scalogno, 100 g di besciamella, 200 g di formaggio grattugiato, origano fresco, 50 g di pomodori sott’olio, 1 robiola, coste, olio evo, pane grattugiato, sale e pepe

Preparazione per la cupola di ziti Cotto e Mangiato: iniziamo con il roux con 100 g di burro e 100 g di farina in padella, uniamo la noce moscata e il pizzico di sale, mescoliamo, uniamo il latte e lasciamo addensare. 

Foderiamo la ciotola semisferica con la carta forno bagnata. Versiamo un po’ di besciamella e disponiamo gli ziti già cotti, con la pasta dobbiamo foderare tutto il contenitore ottenendo un guscio.

In padella facciamo andare lo scalogno tritato con un filo di olio, uniamo le bietole crude e tagliate in modo grossolano. Alterniamo nel guscio di pasta la besciamella, le bietole, robiola, pomodori secchi a pezzetti, il prosciutto cotto a dadini, il parmigiano e ovviamente la pasta, proseguiamo fino all’orlo. Aggiungiamo alla fine l’origano, completiamo con besciamella, pane gratugiato e formaggio grattugiato e mettiamo in forno a 180 gradi per 40 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.