La ricetta della patatina coccodè da La prova del cuoco

Una new entry a La prova del cuoco oggi mercoledì 2 novembre 2016: Francesco Fichera che ci ha regalato la ricetta delle sue patatine coccodè ma non solo. Fichera ci mostra come fare queste patate prima lessate in acqua e curcuma e poi saltate in padella ma il risultato è uno street food davvero eccellente tra broccoli, verza, uova, patate e piadina che diventa un cestino. Ecco la ricetta da provare subito di oggi da La prova del cuoco, la ricetta della patatina coccodè di Francesco Fichera, lo street fooder de La prova del cuoco.

Altre ricette La prova del cuoco di oggi, clicca qui

Patatina coccodè

Ingredienti: 1 piadina, 2 patate medie a pasta gialla, 2 cucchiai di curcuma in polvere, 2 foglie grandi di verza, mezzo broccolo siciliano, 1 mazzetto di erbe aromatiche, 2 uova, 80 g di taleggio, 1 cipolla rossa sottaceto, sale, pepe e olio evo

Preparazione: la piadina già cotta la incidiamo sui bordi in  4 punti e la inumidiamo spennellando un po’ di acqua; così riusciamo a creare un cestino che mettiamo in forno a 180° C per 15 minuti adagiata sulla griglia del forno e non sulla teglia. Tagliamo le patate a cubetti e sbollentiamo con acqua e curcuma lasciandole sode, quindi facciamo la prova stecchino. Scoliamo le patate e poi versiamo in padella con un filo di olio, facciamo andare fino a renderle ben dorate completando con sale ed erbe aromatiche. Togliamo la costa alla verza e sbollentiamo velocemente le foglie. Disponiamo a strati le foglie di verza una sull’altra e tagliamo a striscioline poi mettiamo nella ciotola e condiamo con un filo di olio, sale e pepe.

Tagliamo a cimette il broccolo siciliano e sbollentiamo 2 o 3 minuti poi saltiamo in un’altra padella con un filo di olio, aglio e saliamo. In padella calda con un filo di olio versiamo gli albumi e subito dopo i due tuorli, facciamo cuocere. Togliamo il cestino dal forno e riempiamo con la verza condita, le patate, il taleggio a cubetti, i broccoletti e infine l’uovo completato con la cipolla rossa di Tropea sotto aceto e pepe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.